Google Drive vs. Dropbox vs. OneDrive vs. iCloud: quale è la scelta migliore?

Ricordate quando Google decise di introdurre Gmail sfidando la popolarità di Yahoo e Hotmail? Non solo Gmail era un client di posta elettronica migliore, metteva anche molto spazio a disposizione (1 GB, 500 volte maggiore rispetto allo spazio offerto dalla concorrenza) considerando quanto costoso fosse il cloud storage a quei tempi. Era il primo di aprile, ma Google era molto serio a tal proposito.

Sembra che Google ci voglia riprovare un’altra volta, solo che ora, vuole smantellare il business dei cloud storage di Apple, Microsoft, e Dropbox. Scoprite Google One, una nuova casa per gli utenti di Google Drive dove potrete trovare un cloud storage a costi contenuti e molto altro ancora.

Per capire meglio cosa effettivamente offre Google, abbiamo deciso di esaminare dettagliatamente i piani delle offerte dei cloud storage della concorrenza. Vediamo cosa è veramente possibile avere a prezzi così contenuti e se ne vale davvero la pena.

1. Google One o Google Drive

Al momento, Google Drive offre 15 GB di spazio gratuito condiviso tra tutti i suoi prodotti Google quali Gmail, Drive, e Foto. Tenete presente che tecnicamente Google Foto offre uno spazio illimitato di archiviazione a condizione che le immagini vengano salvate in 1080mp ed i video in 1080px. Se la risoluzione supera questo limite, lo spazio occupato da quello specifico file verrà sottratto ai 15 GB di spazio gratuito che si hanno a disposizione.

Google

Piani tariffari:

Il piano tariffario è molto semplice e decisamente economico. Avete a disposizione 100 GB a 1,99 , 200 GB a 2,99 e 2 TB a 19,99 al mese. È importante notare che il piano tariffario sopra descritto era già disponibile in alcuni paesi in via di sviluppo come l’India dove era possibile avere 100 GB di spazio disponibile a 1,62 € al mese. Chi ha sottoscritto un piano tariffario da 1 TB subirà un upgrade a 2 TB senza costi aggiuntivi.

Google One non è disponibile ovunque e sul blog ufficiale è stato annunciato che il rollout sarà completato nei prossimi mesi.

Caratteristiche:

Google offrirà ora agli utenti Google One la possibilità di consultare esperti in grado di fornire adeguata assistenza ed aiutare gli utenti stessi con diversi prodotti e servizi. Avrete crediti gratuiti per Play Store ed offerte vantaggiose per soggiorni in hotel che potrete visualizzare facilmente in quanto appariranno come pop up nella schermata di Ricerca di Google. Maggiori dettagli saranno resi noti a breve.

Sembra che Google si stia preparando a collaborare con un certo numero di service provider per rendere Google One più di una semplice piattaforma di cloud storage. Google potrà trarre enormi vantaggi da tutto questo se messo a confronto con OneDrive in quanto presenta anche una solida conoscenza del settore delle app e dei sistemi operativi per dispositivi mobili.

Potrete condividere il pacchetto di Google One con i vostri familiari in modo tale da ricevere un addebito solo una volta al mese. In quanto utente pagante, potrete anche accedere alla live chat per riceve assistenza tecnica, tale pacchetto inoltre potrà essere condiviso con 5 membri della vostra famiglia.

Questo dovrebbe aiutarvi ad utilizzare le offerte ed i GB extra che altrimenti rimarrebbero inutilizzati nel vostro account. Se Google One non è disponibile nel vostro Paese, potete registrarvi qui per restare sempre aggiornati sulle novità.

Lo spazio del cloud storage verrà utilizzato da Gmail, Drive, Foto, e da G Suite. Potete creare, salvare e condividere file con gli altri. Ci sono opzioni per poter modificare i file e strumenti che vi consentono di collaborare e lavorare con altre persone su un documento in tempo reale, il tutto con un accesso sicuro.

Esperienza utente:

Google Drive è disponibile su tutte le piattaforme e dispositivi che possedete e tutto rimane sincronizzato. Google inoltre offre una suite office che include Documenti Google, Fogli Google, Presentazioni Google e Moduli Google che competono direttamente con Microsoft Office 365.

L’unico problema che abbiamo riscontrato è inerente alla sincronizzazione. Funziona, ma riteniamo che a volte quando i file sono particolarmente pesanti, il caricamento e la sincronizzazione siano più lenti rispetto alla velocità del proprio provider (IPS). Non siamo sicuri del perché ciò avvenga ma tale problema comunque esiste e non si tratta nemmeno di un caso isolato. Non è un vero e proprio rompicapo, ma è un problema che deve comunque essere preso in considerazione.

Oltre a questo, Google ha anche una serie di altre app e servizi come Google Calendar e Google Keep (per prendere appunti) che utilizzano parte dello spazio di archiviazione che si ha a disposizione.

2. Microsoft OneDrive

OneDrive offre 5GB di spazio libero e non sembra moltissimo se lo si paragona ai 15 GB di Google.

Piani tariffari

Mentre Google Drive è gratuito fino a 15 GB e, acquistando più spazio a disposizione, si possono creare e salvare più documenti (Google Doc) e fogli di lavoro (Google Sheet), non è così per OneDrive. Microsoft domina il settore dei sistemi operativi per PC esattamente come Google domina il settore dei sistemi operativi per dispositivi mobili e della ricerca.

Potrete avere 50 GB a 2 € grazie ai quali potrete accedere al pacchetto Office365. Gli utenti di Office 365 hanno a loro disposizione uno spazio di archiviazione pari a 1TB ed una suite office che può essere installata su un computer (PC o Mac), su 1 tablet e su uno smartphone a 7 € al mese; o 10 € al mese se i dispositivi o gli utenti diventano 5 (5 pc o Mac, 5 tablet e 5 telefoni).

OneDriveCaratteristiche

Se Google ha Google Docs e Google Sheets, Microsoft ha Office 365, non va dimenticato però che Google ha anche Google Foto con uno spazio illimitato per il backup. Tenendo conto del numero di foto che le attuali generazioni sono solite scattare, Google ha giocato senza dubbio al meglio le sue carte.

Windows OneDrive ed eventualmente Office 365 sono strettamente associati a Windows Office disponibile sui sistemi operativi Windows 8 e 10 per PC. OneDrive è facilissimo da capire e da utilizzare per tutti coloro che lavorano di base con il pacchetto Office poiché in questo modo si ha libero accesso a Office 365.

Esperienza utente

One Drive è stato pensato e progettato per Windows originariamente e questo si riflette senza dubbio sulle app ed i software per le piattaforme Mac e iOS. C’è mancanza di coerenza nel design e nell’utilizzo. La sincronizzazione offerta da OneDrive è leggermente migliore rispetto a quella di Google Drive attualmente, nel momento in cui stiamo scrivendo questo articolo.

Parliamo ora della app di terze parti. Questo è l’ambito in cui OneDrive pecca notevolmente. Microsoft lavora su un sistema basato sulle licenze e nulla è gratuito. Google, d’altro canto invece prospera sulle entrate dovute alle pubblicità e praticamente tutti i servizi che offre sono gratuiti. Questo consente agli sviluppatori di integrare più facilmente, e liberamente, le proprie app ed i propri software con Google Drive, rispetto a quanto avviene con OneDrive.

In fine, il tutto può essere ricondotto ad un dettaglio fondamentale. Se siete utenti Office 365, OneDrive è la soluzione che fa per voi, altrimenti vi sono moltissime altre opzioni migliori.

3. Dropbox

Se pensate che 5 GB di spazio in un pacchetto gratuito siano pochi, preparatevi per un vero e proprio shock. Dropbox offre solo 2GB nel suo pacchetto gratuito. Ma, ci sono diversi modi per aumentare tale spazio a 16 GB. Dovrete fare tutta una serie di cose come invitare gli amici, scaricare e installare alcune app. Non è l’ideale ma è comunque fattibile come cosa.

Piani tariffari

Dropbox offre un limitato numero di piani tra cui scegliere. Infatti, vi sono solo due piani. Potete avere 1 TB a 9.99 € al mese (Plus) e per 19.99 € (Professional), avrete ancora 1 TB a disposizione. Aspetta, cosa? La differenza sta nelle caratteristiche, pertanto passiamo subito alla prossima sezione.

OneDriveCaratteristiche

Per il primo piano, i file avranno una cronologia delle versioni di 30 giorni il che significa che sarà possibile recuperare una versione precedente e ripristinare quel particolare file per gli ultimi 30 giorni. Per il secondo piano la cronologia sarà per 120 giorni. Nel pacchetto Pro avrete anche smart sync con il quale potrete evitare di scaricare un’intera cartella, potendo semplicemente accedere valla cartella e consultare tutti i file che vi sono presenti. Questo consente di risparmiare spazio ed è un vantaggio per gli utenti Mac che hanno meno spazio sull’hard disk.

Avrete inoltre a disposizione un’assistenza prioritaria via chat ed una ricerca full text. Quest’ultima vi aiuterà a ricercare all’interno di un file una particolare porzione di testo, ad esempio un numero di telefono o un indirizzo email.

Esperienza utente

Steve Jobs voleva comprare Dropbox, ma la sua offerta è stata rifiutata e questo ha portato alla nascita di iCloud. Il resto è storia. Dropbox è l’adorato figlio del mondo del cloud storage. Costoso, si, ma offre un’esperienza di sincronizzazione perfetta e senza interruzioni che semplicemente funziona. Dropbox ha un gran numero di seguaci fedeli, molto simile a quello di Apple!

Mentre Google e Microsoft presentano delle suite office con diverse app, Dropbox ha solo Paper. Una app per prendere appunti che promette di aiutarvi a collaborare con gli altri. Presenta un design veramente minimalista il che va benissimo, ma non regge il confronto se paragonata con ciò che Microsoft e Google hanno da offrire.

Il lato positivo è che gli sviluppatori adorano Dropbox alla follia e la maggior parte delle app supportano Dropbox senza problemi. Dropbox è la soluzione migliore per coloro che hanno soldi che avanzano nel portafogli e vogliono un sistema di cloud storage che non dia problemi e che sia privo di qualsiasi app Office.

Apple iCloud

Come accennato, Apple non è riuscita ad acquistare Dropbox ma ha iCloud. È interessante notare che Apple ha un accordo con Google secondo il quale può utilizzare i server di quest’ultimo per archiviare “blocchi” di file iCloud.

La notizia è stata resa nota già nel 2007. Apple inoltre utilizza Microsoft Azure e Amazon AWS per archiviare una parte di tali dati. Si, lo sappiamo. Perché utilizzare iCloud quando si può utilizzare direttamente Google Drive? Come OneDrive, avete 5GB di spazio a disposizione nel pacchetto gratuito.

Piani tariffari

È possibile eseguire l’upgrade a 50 GB con 0,99 € al mese, 200 GB con 2,99 € al mese e 2TB con 9.99 € al mese. Questo rende iCloud economico quanto Google Drive, il quale ha tagliato i prezzi solo di recente. Pertanto Apple ha adottato tali prezzi per primo ma non ha suscitato il medesimo interesse di quando Google One ha annunciato tale taglio. Perché?

OneDriveCaratteristiche

iCloud è strettamente integrato con il resto del mondo Apple. Tutti i backup e le impostazioni dei vostri iPhone, iPad, e Macbook sono salvati su iCloud.

Apple offre iWork, una suite di app Office che presenta Pages, Numbers, e Keynotes. Come qualsiasi prodotto Apple, funzionano incredibilmente bene, il loro aspetto accattivante e minimalista li rende molto funzionali e sono disponibili solo su Apple. Questo è senza dubbio l’aspetto che ha fatto perdere parecchi punti ad Apple.

In un mondo dove le persone sono alla ricerca di soluzioni multipiattaforma così da poter lavorare ovunque, in qualsiasi momento e da qualsiasi dispositivo, questo è senza dubbio un problema. Potete accedere da iCloud mediante browser, ma non è lo stesso che accedervi mediante una app di Android. Esiste un software per Windows, ma non offre la medesima esperienza.

Gli utenti costantemente segnalano che la velocità di sincronizzazione è molto più lenta con iCloud rispetto a Dropbox. Potete paragonarlo con Google Drive, e non sorprende vedere Apple priva di una soluzione in-house.

Riassumendo: Google Drive vs. Dropbox vs. OneDrive vs. iCloud

Quale dovreste usare e perché? Hanno tutti qualcosa da offrire. Prima di andare a confrontare i vari prezzi, dovete capire molto bene questo concetto. Non state acquistando un cloud storage, state entrando in un nuovo mondo. Ogni azienda ha trascorso decenni per progettare e realizzare un certo numero di prodotti che vanno di pari passo tra loro, ed in grado di far fronte alla concorrenza.

Apple è la più nota sotto questo punto di vista. Basta guardare il numero della app di Google disponibili su Apple ed il numero delle app di Apple disponibili su Google.

È facile restringere la scelta, se optate per un processo ad eliminazione. State utilizzando Office 365 tanto che trascorrete la maggior parte del vostro tempo lavorando al suo interno? Se questo è il caso, OneDrive è la soluzione che fa per voi.

Utilizzate Mac o avete un iPhone, siete un vero appassionato dei prodotti Apple e non vi interessa assolutamente nulla di Google, Android o Windows? iCloud non potrà che esservi utile.

Siete degli sviluppatori che lavorano con app e software e avete bisogno di qualcosa con cui sia facile lavorare? Non vi interessa se il piano tariffario è un po’ costoso in quanto la cosa più importante per voi è il tempo? Dropbox è chiaro, minimalista e funziona molto bene con tutte le piattaforme ed i sistemi operativi. Probabilmente perché non è di proprietà di nessuno di loro!

Siete alla ricerca di qualcosa di economico, ma al contempo affidabile che possa offrire diversi prodotti e servizi gratuiti e che sia disponibile su ogni piattaforma? Google Drive è la soluzione che fa per voi.

Abbiamo dimenticato qualcosa? Voi cosa utilizzate e perché? Condividete con noi la vostra esperienza lasciando un commento qui sotto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *