Che cos’è il 5G, e Quanto Sarà Veloce?

5GNon si poteva sfuggire all’ hype generato dal 5G al CES 2018. Ogni azienda, da Samsung e Intel agli operatori cellulari e tutti i produttori di smartphone, desiderano farti sapere quanto sarà davvero sorprendente la rivoluzione 5G. Samsung per l’occasione l’ha rinominata “la fibra senza fili”, promettendo una connessione super-veloce a bassa latenza, internet ovunque insomma. Il 5G dovrebbe essere più veloce rispetto a una tipica connessione internet via cavo presente oggi nelle nostre case… ed è pure wireless.

Che cos’è il 5G?

5G è lo standard industriale che andrà a sostituire l’attuale standard 4G LTE, così come il 3G fu sostituito proprio dal sistema 4G. 5G sta per “quinta generazione”: rappresenta infatti la quinta generazione di questo standard.

Questo standard è stato progettato per essere molto più veloce dell’attuale tecnologia 4G LTE. Non si tratta solo di velocizzare le connessioni Internet degli smartphone. Si tratta di consentire una connessione internet wireless più veloce ovunque e per ogni dispositivo connesso, dalle auto collegate ai dispositivi smart home, all’Internet of Things (IoT).

In futuro quindi, il tuo smartphone e tutti gli altri dispositivi dotati di connettività cellulare sfrutteranno la tecnologia 5G invece della tecnologia 4G LTE che utilizzano oggi.

Quanto Sarà Veloce il 5G?

Le aziende tecnologiche sono molto promettenti sul 5G. Mentre il 4G raggiunge un massimo teorico di 100 megabit al secondo (Mbps), il 5G raggiunge un massimo di 10 gigabit al secondo (Gbps). Ciò significa che il 5G è (almeno in teoria) cento volte più veloce dell’attuale tecnologia 4G.

Ad esempio, la Consumer Technology Association ha sottolineato che, a questa velocità, è possibile scaricare un filmato di due ore in soli 3,6 secondi su 5G, contro i 6 minuti necessari su rete 4G, o alle 26 ore su 3G.

Non si tratta però solo di produttività. Il 5G promette di ridurre significativamente la latenza, il che significherà tempi di caricamento più rapidi e una maggiore reattività quando compirà qualsiasi azione su internet. In particolare, la specifica promette una latenza massima di 4ms su 5G, contro 20ms in 4G LTE.

A queste velocità, il 5G supera la maggior parte delle attuali connessioni internet via cavo domestico ed è maggiormente paragonabile alla fibra ottica. Le aziende che erogano internet su rete fissa come Comcast, Cox e altre ancora rischiano di dover affrontare una concorrenza piuttosto agguerrita, soprattutto quando rappresentano l’unica opzione per una connessione Internet veloce in una determinata area. I trasportatori wireless, infatti, possono fornire un’alternativa senza la necessità di dover posare cavi fisici in ogni abitazione.

I presentatori volevano che pensassimo al 5G come a un accesso a Internet super-veloce, praticamente illimitato ovunque e per tutti i dispositivi. Naturalmente, nel mondo reale, i fornitori di servizi Internet impongono dei data cap. Ad esempio, anche se la vostra portante wireless vi ha dato un limite massimo di dati pari ai 100 GB, valore tra l’altro molto più grande della maggior parte dei piani odierni, potreste soffiarveli in un minuto e 20 secondi, se viaggiassimo alla velocità massima teorica di 100 Gbps. Non è comunque ben chiaro che cosa imporranno alla fine i vari operatori e quanto ciò influirà sull’ utilizzo della tecnologia 5G.

Come Funziona il 5G?

5G5G sfrutta numerose tecnologie nel tentativo di raggiungere queste velocità elevate. In gioco non c’è una sola innovazione. La rivista IEEE Spectrum svolge a riguardo un ottimo lavoro di approfondimento dei dettagli tecnici, ecco un breve riassunto.

Il nuovo standard utilizzerà una nuova banda di spettro radio a partire da quella 4G. Il 5G sfrutterà quindi le “onde millimetriche”, trasmesse a frequenze comprese tra 30 e 300 GHz al posto delle bande sotto ai 6 GHz utilizzate in passato. In precedenza venivano impiegati solo per la comunicazione tra satelliti e sistemi radar. Ma le onde millimetriche non possono facilmente viaggiare attraverso edifici o altri oggetti solidi, quindi il 5G si avvantaggerà di “piccole stazioni miniaturizzate”che potranno essere posizionate ogni 250 metri in tutte le aree urbane più dense di popolazione. Ciò garantirà una copertura migliore.

Le stazioni base fanno inoltre uso di “massive MIMO”. L’acronimo MIMO sta per “multiple-input multiple-output”. Si può persino avere un router wireless domestico con tecnologia MIMO, il che significa che dispone di antenne multiple che può utilizzare per parlare con più dispositivi wireless contemporaneamente, piuttosto che passare rapidamente tra di loro. Massive MIMO utilizzerà decine di antenne su un’unica stazione base. Il 5G si avvantaggerà inoltre di un sistema di creazione di un fascio per indirizzare meglio tali segnali, indirizzando il segnale wireless in un raggio puntato verso il dispositivo e riducendo le interferenze per altri dispositivi.

Le stazioni base 5G funzionano anche in full duplex, il che significa che possono trasmettere e ricevere contemporaneamente sulla stessa frequenza. Oggi devono passare dalla modalità di trasmissione a quella di ascolto, rallentando le cose. Questa è solo un’idea di alcune delle tecnologie che vengono incorporate per rendere il 5G così veloce.

Quando Verrà Reso Disponibile?

Negli Stati Uniti, Verizon inizierà a lanciare una versione non standard di 5G nella seconda metà del 2018, utilizzandola per l’accesso a Internet in cinque città. I telefoni cellulari che supportano 5G non saranno ugualmente in grado di connettersi, ma non sarà un test indirizzato ai telefoni cellulari, ma piuttosto per verificare un modo per offrire un servizio Internet nelle case, veloce e senza fili.

AT&T promette di iniziare a lanciare il 5G per i telefoni verso la fine del 2018, ma la diffusione reale del 5G probabilmente non inizierà prima del 2019. T-Mobile ha promesso invece di iniziarne il lancio direttamente nel 2019, con “copertura nazionale” per il 2020. Anche Sprint ha annunciato che inizierà a implementare il 5G alla fine del 2019. Con pianificazioni come queste, la tecnologia 5G probabilmente non sarà molto diffusa sino al 2020.

Qualcomm, azienda che produce i chip utilizzati in molti telefoni Android, ha promesso l’arrivo di telefoni con supporto al 5G nel 2019. Eh già, avrete bisogno di ottenere un nuovo telefono con supporto per 5G, così come i fornitori cellulari hanno bisogno di sostituire il proprio hardware per supportarlo.

Nei prossimi anni sentirete parlare sempre più spesso di 5G, ma la macchina pubblicitaria è già in fase di avvio. Prendete la massima velocità teorica con le pinze e preparatevi ad aspettare qualche anno per vedere una copertura estesa, ma è giusto essere un po’ entusiasti, l’internet senza fili sta per diventare molto più veloce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *