Il Miglior Monitor da Gaming 2018 (4K, 144Hz, economico, 24 / 27 pollici)

Hai speso tutti i tuoi risparmi in un’incredibile GPU, eppure la resa grafica non ti soddisfa ancora appieno ? Il prossimo passo è sicuramente procurarti un Monitor migliore. Un buon monitor può davvero cambiare il tuo modo di percepire un gioco, e la cosa fantastica è che spesso i prezzi si aggirano attorno quelli di una GPU, ma a differenza di queste, un display tende a diventare obsoleto molto più lentamente. Una GPU ha solitamente una durata di 3-4 anni, mentre un monitor può durare anche per buona parte di un decennio o più. Prima di aggiornare il mio, ho sempre utilizzato lo stesso monitor che possedevo sin dall’età di 5 anni. Ho utilizzato quel monitor per ben 15 anni, dopodiché, ho finalmente deciso di cambiarlo, constatando un’incredibile differenza. Se quindi sei ancora in cerca di un’esperienza di gaming più appagante, il monitor è probabilmente il prossimo tassello del tuo computer che dovresti aggiornare.

Volete dare uno sguardo veloce a una selezione dei migliori monitor gaming sulla piazza? La tabella sottostante vi permetterà di scorrere velocemente le nostre prime scelte tra tutti i monitor gaming, i migliori monitor gaming per gli eSport, i migliori monitor gaming 4K, le migliori opzioni tra i monitor ultra-wide e curvi e i migliori monitor gaming economici.

Miglior Monitor da Gaming:

ModelliPrezzoDimensioni e pannelloDimensioni e pannelloRisoluzioneFrequenza di aggiornamentoinput lagAdap.sync
Prezzo > 1000€
Acer Predator X34PDettagli su Amazon34″ / IPS3440×1440
(UltraWide incurvé; 21:9)
4ms100Hz
(OverClocking à 120Hz)
9.2 msNVIDIA G-Sync
Alienware AW3418DW Monitor Dettagli su Amazon34“ / IPS3440×1440
(UltraWide incurvé; 21:9)
4 ms100Hz
(OverClocking à 120Hz)
3.8 ms NVIDIA G-Sync
Prezzo < 1000€
AOC AG352UCG6
(Consigliato!)
Dettagli su Amazon35″ / VA3440×1440
(UltraWide incurvé; 21:9)
4ms100Hz
(OverClocking à 120Hz)
5.51 msNVIDIA G-Sync,
ASUS PG348QDettagli su Amazon34″ / IPS3440×1440
(UltraWide incurvé; 21:9)
5ms60Hz (OverClocking à 100Hz)9.2 msNVIDIA G-Sync
BenQ EX3501R
(Consigliato!)
Dettagli su Amazon35″ / VA(UltraWide incurvé; 21:9)4ms60Hz
(OverClocking à 100Hz)
4.6 msAMD FreeSync
ASUS PG279QDettagli su Amazon27“ / IPS2560×1440 (16:9)4ms144Hz
(OverClocking a 165Hz)
3.25msNVIDIA G-Sync
Acer XB271HU Dettagli su Amazon27“ / IPS2560×1440 (16:9)4 ms144Hz
(OverClocking a 165Hz)
Nessun datoNVIDIA G-Sync
BenQ ZOWIE XL2740 (Perr e-Sport)Dettagli su Amazon27“ / TN1920×1080 (16:9)1 ms240HzNessun datoNessuna
HP OMEN 27Dettagli su Amazon27“ / TN2560 x 1440(16:9)1 ms144Hz
(OverClocking a 165Hz)
Nessun datoNVIDIA G-Sync
ASUS PG278QRDettagli su Amazon27“ / TN2560×1440 (16:9)1 ms144Hz
(OverClocking a 165Hz)
3.6 msNVIDIA G-Sync
Samsung C32HG70Dettagli su Amazon32“ / VA
(Quantum dot technology)
2560×1440 (16:9)1ms144Hz4.05 msAMD FreeSync;
ASUS MG279Q (Consigliato!)Dettagli su Amazon27“ / IPS2560×14404ms144Hz4.05 msAMD FreeSync;
LG 34UC79GDettagli su Amazon34“ / IPS2560x 1080
(21:9)
5 ms144Hz10 msAMD FreeSync
Prezzo < 500€
ASUS MG278Q (Consigliato!)Dettagli su Amazon24.5“ / TN2560×14401 ms144Hz9.8 msAMD FreeSync;
BenQ ZOWIE XL2540 (Monitor e-Sport)Dettagli su Amazon24” / 27“ / VA (curvo)1920×10801 ms240Hz10.1 msNessuna
Asus MG248QRDettagli su Amazon24“ / TN1920×10801 ms144 HZ3.75 msAMD FreeSync
Alienware AW2518H e AW2518Hf!)
(Consigliato!)
AW2518H / AW2518Hf24.5” /TN1920×10801 ms240Hz4 msG-Sync 0 FreeSync
BenQ ZOWIE XL2430 Dettagli su Amazon24”/TN1920×10801 ms144HZ10 msNessuna
Prezzo < 300€
Samsung UE590 (Consigliato!)Dettagli su Amazon28“ / TN3840 x 2160(4K)1 ms60HZNessun datoAMD FreeSync;
AOC G2790PXDettagli su Amazon27“ / TN1920×1080 (16:9)1 ms144 Hz3.3 msAMD FreeSync
Samsung CF591 (Consigliato!)Dettagli su Amazon27“ / VA (curvo)1920×10804 ms60 Hz6.7 msAMD FreeSync
Samsung C24FG7Dettagli su Amazon23.6“ / TN1920×10801 ms144 HZ6.7 msAMD FreeSync
ASUS VG248QE (Consigliato!)Dettagli su Amazon24“ / TN1920×1080 (16:9)1 ms144 HZ3.2 msNessuna
BenQ XL2411PDettagli su Amazon24“ / TN1920×1080 (16:9)1 ms144 Hz10 msNessuna
Prezzo < 200€
AOC G2778VQ
(Consigliato!)
Dettagli su Amazon27“ / TN1920×1080 (16:9)1 ms75HzNessun datoAMD FreeSync
Asus VP278QGDettagli su Amazon27“ / TN1920×1080 (16:9)1 ms75HzNessun datoAMD FreeSync
BenQ RL2455Dettagli su Amazon24“ / TN1920×1080 (16:9)1 ms60 Hz10 msNessuna
BenQ GL2580HDettagli su Amazon24.5“ / TN1920×1080 (16:9)1 ms60 HzNessun datoNessuna

La Guida Definitiva

Non possiamo che ammetterlo, la tecnologia sta diventando sempre più complicata. In questa giungla tecnologica è diventato sempre più faticoso distinguere che cosa è valido da cosa non lo è. Cosa è offerto a giusto prezzo da cosa è troppo costoso. Su questa scia, abbiamo spesso notato diversi gamer prestare davvero molta attenzione durante la scelta delle componenti interne ai loro computer (giustamente), ma non altrettanta verso quella delle proprie periferiche.

Il monitor è una delle più complesse e allo stesso tempo sottovalutate tecnologie che fanno parte nel nostro computer. Guardandoli non si può fare altro che realizzare quanto complicati essi siano. Anche se è la GPU a realizzare la maggior parte della grafica, quest’ultima non può essere ammirata appieno senza un monitor in grado di esaltarla appieno. È quindi importante capire che cosa permette a un display di visualizzare immagini vivide e nitide, e come possono essere utili a ciò tutte le parole che conosciamo già. Un monitor è dunque il principale elemento che determina il livello di immersione della tua esperienza ludica.

Per lungo tempo il ruolo di mio “personal monitor” è stato ricoperto da un modello vecchio di 10 anni. Semplicemente avevo sempre visto un monitor come un inutile spreco di denaro. Avrei invece speso centinaia di euros in nuovo paio di pattini da Hockey su ghiaccio oppure per delle tastiere o dei mouse. Ma purtroppo i soldi non erano mai abbastanza. Un giorno però, un caro amico è giunto in mio aiuto decidendo di regalarmi una gift card di Amazon, a patto che la spendessi solo ed esclusivamente per procurarmi un nuovo monitor. Così feci e da allora non sono più tornato indietro. Da quel giorno non riuscii più a capire come avessi fatto a sopravvivere con quel vecchio modello di schermo. Siamo tutti convinti che i monitor non siano davvero importanti, finché non li congediamo per giorni. Da allora mi sono unito alla schiera di pensiero che condividiamo qui nel team: sono elementi cruciali nel determinare il grado di immersione dell’esperienza.

Fortunatamente la famosa legge di Moore si applica anche ai monitor. La legge di Moore afferma infatti che la tecnologia dovrebbe raddoppiare, in numero di transistor, ogni due anni. Ai tempi la legge si riferiva alle sole CPU, ma essa può essere applicata in qualsiasi settore che si occupa di hardware. Monitor inclusi, essi infatti sono migliorati così tanto, in così poco tempo, che è davvero difficile restare al passo. Fortunatamente non è necessario comprare un monitor ogni 2 anni.

Un monitor rimane un investimento che ti accompagnerà per un lungo periodo di tempo. Anche se vero che un buon monitor può comportare un’ingente spesa, la magnifica caratteristica degli schermi è che non diventano obsoleti in fretta. Ovviamente ogni anno nuovi modelli ricevono miglioramenti e diventano migliori, ma non per questo quelli esistenti rimangono meno capaci di fare quello di cui abbiamo bisogno. Questo è il motivo principale per cui consideriamo un monitor un ottimo investimento. Un buon monitor vi durerà per anni raramente si guasterà durante l’uso, rappresenta uno strumento davvero robusto e praticamente illimitato, che sarà duro a morire con la normale usura.

Abbiamo quindi stilato ed elencato i migliori monitor da gaming che crediamo le persone possano comprare oggi. Li abbiamo separati in diverse categorie a seconda di differenti priorità, ma prima di entrare nel succo del discorso, riteniamo avrai bisogno di ottenere qualche delucidazione in merito a cosa rende un monitor, specialmente un monitor da gaming, un buon monitor. Ci sono diverse variabili da tenere in considerazione.

  • Risoluzione
  • Refresh Rate
  • Dimensione
  • La tecnologia utilizzata dal pannello o display – Il pannello rappresenta la tecnologia che alimenta lo schermo e ognuno di essi presenta dei pro e dei contro.
  • Tempo di lag
  • G- Sync e Freesync
  • Prezzo
  • Angoli di visuale
  • Aspect Ratio

Per ogni monitor andremo a specificare cosa ci convince, cosa meno e ulteriori osservazioni a proposito. Fornendoti tutte le informazioni di cui necessiti per poter prendere una decisione ponderata. Iniziamo col dire che tutte queste queste stravaganti tecnologie vengono impiegate al solo obbiettivo di restituire allo spettatore l’impressione di avere davanti a sé una scena fluida nei movimenti.

Sappiamo tutti però che i video non sono effettivamente scene in movimento, ma piuttosto semplici immagini che scorrono in modo talmente veloce, una dietro all’altra, da dare l’impressione del movimento, come se prendessero vita. Questo è in effetti il grande obbiettivo di ogni monitor, simulare i mondi che tanto amiamo, e farci sentire il più possibile parte di essi.

Questo è difficile da decidere, poiché sono tutti importanti per ragioni diverse.

Come Scegliere il Miglior Monitor da Gaming? Ecco Alcune Cose che Dovresti Considerare!

La caratteristica principale di un monitor è rappresentata dal tipo del suo pannello. Da esso dipendono numerose variabili quali il prezzo, il refresh rate, il tempo di risposta, gli angoli di visuale, praticamente ogni cosa. Come potrai leggere nella sezione che abbiamo dedicato alle varie tipologie di pannelli, alcuni sono meglio di altri. Tuttavia ogni pannello è pensato per soddisfare diverse esigenze. Anche se alcuni pannelli (IPS) stanno notevolmente migliorando di giorno in giorno, bisogna ammettere che i pannelli TN dominano ancora l’attuale mercato. Ciò è ovviamente destinato a cambiare.

Dimensione

Come dice il proverbio, più grande è meglio. È così in questo caso? Normalmente si, ma possedere un monitor di grandi dimensioni porta anche le sue problematiche, non tanto a causa della dimensione, ma perché la tecnologia non è mai avanzata di pari passo con essa. Dobbiamo ancora poter gestire alti refresh rates (hz), alte risoluzioni, e calibrazioni del colore ottimali, e dovremo farlo al più presto. Possiamo però aspettarci che già con la prossima generazione di monitor si riusciranno finalmente a gestire grandi diagonali, assieme a tutte le caratteristiche necessarie su di un monitor da gaming. Purtroppo questi grandi monitor saranno dotati di un prezzo di partenza altrettanto ingente, più grande è il monitor, più grande è il prezzo dopotutto. La misura consigliata per il gaming rimane dunque attorno ai 24 pollici, questo ti garantirà abbastanza spazio e tutte le comodità di cui necessiti. Tuttavia, se hai sufficiente budget e spazio sulla scrivania ti consigliamo di scegliere uno schermo di dimensioni maggiori. Non dovrebbero esserci inconvenienti fino a una certa misura.

Aspect Ratio

L’ Aspect Ratio identifica invece come sono rapportate le immagini sul tuo schermo. Se possiedi uno schermo a 16:9, significa che le immagini vengono visualizzate come in un rapporto tra 16 pollici in larghezza e 9 pollici in altezza. Se il rapporto è 21:9 le immagini saranno rapportate come a 21 pollici in larghezza e 9 pollici in altezza. Quest’ultimo aspect ratio tende però a portare vantaggi sui soli schermi di grande dimensione. Più grande lo schermo, maggiore è l’aspect ratio, fino ad un certo punto. 21:9 è un aspect ratio davvero simile a quello cinematografico, ciò significa che ci stiamo dirigendo verso monitor che ben si prestano questo tipo di formato.

Refresh rate

Indica quanto spesso lo schermo ridisegna l’immagine ogni secondo. È misurato in Hz. Un monitor 144 Hz ridisegna l’immagine 144 volte al secondo ed un monitor a 60 Hz lo fa ‘solo’ 60 volte al secondo. Nonostante possano sembrare molti, 60 Hz è in realtà notevolmente lento. Specialmente quando stai giocando a giochi FPS o di corsa. In questi giochi hai bisogno di ricevere nuove informazioni il più velocemente possibile, così da reagire subito.

Refresh rate

Ma non sono i Frame al Secondo?

No, c’è differenza. Il refresh rate indica quanto spesso il monitor viene aggiornato anche se non ci sono cambiamenti a schermo. Se hai un PC abbastanza potente da gestire i giochi ad oltre 60 FPS, allora dovresti cercare un monitor che vada oltre i 60 Hz.

Il fatto è che un monitor è un investimento a lungo termine. Sicuramente la GPU è la parte più importante del tuo PC da gaming. Comunque ti serve un monitor che valorizzi queste immagini. Perciò dovresti prendere un monitor che abbia 120 o 144 Hz così potrai cambiare la tua GPU senza dover cambiare il monitor. Altrimenti dovrai bloccare i tuoi FPS a 60.

Non troverai monitor 60 Hz in questa guida. Se stai cercando un monitor, al giorno d’oggi dovresti davvero cercarne uno sopra i 60 Hz.

Risoluzione

Di nuovo, molti credono che più grande sia meglio. Ma di nuovo è sbagliato. Molte persone confondono la risoluzione con la dimensione dello schermo. Nonostante siano simili e spesso correlati, non sono proprio la stessa cosa.

Risoluzione

La risoluzione è il numero di pixel che sono sullo schermo. Uno schermo più largo può contenere più pixel. Ma non è sempre il caso. Un portatile da 13′ può, e spesso è così, avere la stessa quantità di pixel di uno da 17′. Non puoi vedere nulla in più su quello da 17′, tutto è semplicemente un po’ più grande.

Come regola generale più grande è meglio. Tranne quando non lo è.

Se hai una piccola workstation dovresti considerare l’acquisto di uno schermo più piccolo e quello significherebbe una risoluzione minore. Comunque è possibile avere uno schermo piccolo con alta risoluzione. Alcune sono conosciute come risoluzioni HD o 4K. Più pixel ci sono sullo schermo e più accuratamente sarà mostrata l’immagine e più dettagli potranno essere messi a schermo. Perchè ogni pixel è colorato.

Tecnologia del pannello

Ci sono diversi tipi di pannelli.

Pannelli TN, Pannelli IPS e Pannelli VA. Ognuno ha pro e contro, perciò analizziamoli e troviamo quello che fa per noi.

Pannelli TN

Questa è la scelta dei giocatori. Non hanno degli ottimi angoli di visione o dei colori vibranti come gli altri 2. Ma hanno successo per il loro basso prezzo e per il loro velocissimo refresh rate. Questi schermo spesso sono da 120 o 144 Hz e hanno tempi di risposta di 1 ms. Se giochi a giochi d’azione dovresti farci un pensiero. Perchè nonostante non abbia gli stessi colori degli altri pannelli, riduce il motion blur aggiornando lo schermo più spesso. Questi monitor sono in circolazione da un sacco, ed è per questo che abbiamo i refresh ultraveloci e prezzi relativamente bassi.

Pannelli IPS

Questi pannelli sono i migliori possibili per i professionisti del design. Offrono la miglior calibrazione del colore ed i migliori angoli di visione, essenziali per chiunque abbia bisogno dei colori più accurati possibile. Ci sono alcuni contro a questi monitor. Uno è il prezzo e l’altro è il tempo di risposta. Per l’utente medio non contano molto(beh, il prezzo sì). Se non giochi a giochi d’azione allora è meglio scegliere un pannello IPS. Ti darà la migliore visuale possibile e le immagini più accurate.

Se giochi a videogiochi veloci allora un tempo di risposta di 8-14 ms non va bene per te e dovresti scegliere un pannello IPS con un tempo di risposta entro i 5 ms.

Chiunque non giochi a videogiochi d’azione dovrebbe davvero cercare un pannello IPS in quanto il tempo di risposta più lento non influenza l’utilizzo normale. Questa velocità va benissimo per Photoshop e per un uso qualunque.

Pannelli VA

Questo tipo di pannelli ha provato ad essere un compromesso tra i pannelli TN e quelli IPS. Ha fallito da entrambi i lati. Ha i tempi di risposta lenti di un pannello IPS e i colori meno vivi di un pannello TN. Ciò in cui eccelle un pannello VA è il contrasto dei colori. Significa che mostra colori scuri migliori.

Questa è l’unica cosa che fa bene. Oltre a quello non c’è motivo di comprare questi monitor. Se puoi evitarli, evitali. Non sono i più economici e non sono i migliori. Non varranno ciò che spendi.

G-Sync o Freesync

Lo screen tearing è una delle cose più frustranti con cui avere a che fare in un monitor. Succede quando i pixel sono disallineati, causando immagini distorte. La causa più comune è il refresh rate (Hz) che non è sincronizzato con i tuoi FPS (Frame per Secondo). È simile a questo.

G-Sync o Freesync

Come puoi vedere nell’immagine. Ci sono soluzioni, e sono G-Sync e Freesync. Entrambi comunicano con la tua GPU e con il monitor per vedere quanti FPS e che refresh rate hai. Poi li sincronizza. Ecco perchè è meglio avere un refresh rate alto, perchè i tuoi FPS non verranno bloccati dal tuo monitor. Vuoi che la GPU faccia da collo di bottiglia perchè può essere gestita facilmente. Puoi diminuire la grafica del gioco per avere FPS più alti, ma non puoi fare nulla sul refresh rate del monitor.

Se stai cercando un monitor dovresti cercarne uno con G-sync o Freesync. Ma c’è una 3a opzione, V-Sync. Questa esiste da tempo ed alcuni dicono che possa diminuire le prestazioni. Ma questo solo quando non riesci a raggiungere 60 FPS. Se non riesci a giocare a 60 FPS comunque dovresti diminuire le impostazioni grafiche.

G-Sync e Freesync differiscono dal V-sync perchè sono integrate nel monitor e sono sviluppati rispettivamente da NVIDIA e AMD. Queste aziende stanno cercando di eliminare lo screen tearing una volta per tutte.

G-sync è l’alternativa migliore di gran lunga. Freesync è relativamente nuovo, e nonostante sia economico, non vale quello che costa. Andrai meglio con G-sync. Questo perchè G-sync è più robusto, più fluido ed è in circolazione da più tempo. Questo tempo in più ha dato ad Nvidia la possibilità di risolvere alcuni problemi del sistema.

MA

G-sync è una tecnologia Nvidia e Freesync è una tecnologia AMD. Entrambi funzionano solo sulle rispettive schede video. Perciò se stai cambiando solo il tuo monitor e nient’altro sei bloccato con l’azienda che hai già. Oppure puoi non sceglierne nessuno. Avere un refresh rate maggiore riduce notevolmente l’impatto di un potenziale screen tear. Perchè durerebbe così poco che non riusciresti nemmeno ad accorgertene. È questo l’obiettivo, no? Rendere le cose impercettibili ai nostri occhi da comuni mortali.

Per concludere, tra i 2, G-sync è superiore ma devi tener conto del maggior costo. Puoi semplicemente usare il V-sync se hai screen tearing. A me non capita quasi mai di averne.

Angoli di visione

Indica da quale angolazione puoi guardare il monitor senza distorsioni o colori sbagliati. Ogni monitor ha un’angolazione per la quale è stato progettato. Normalmente sono a testa dritta, ma alcuni hanno un angolo di visione per il quale dovresti guardare leggermente in alto. Questi monitor sono progettati per essere usati su un supporto, così da poter inclinare un po’ indietro la sedia. In effetti sono molto più comodi di quelli dritti, secondo me. Questa preferenza è personale.

Tecnologia del pannello

I monitor con i migliori angoli di visione sono i monitor IPS. Hanno un maggior angolo e forniscono una miglior riproduzione dei colori. Perciò se ti interessa guardare molti film dovresti scegliere un vivace pannello IPS. Oppure se ti interessa Photoshop, o i colori estremamente accurati. Ma tieni a mente che costa di più.

Dall’altro lato hai i pannelli TN. Tendono ad avere un solo angolo di visione e colori non così vivaci. Se guardi il monitor da un qualunque punto piuttosto che dritto vedrai i colori distorti. Comunque la maggior parte delle persone sono direttamente di fronte al monitor, quindi potrebbe non essere un problema.

Se stai costruendo una postazione home theater dovresti cercare quali monitor hanno i migliori angoli di visione. Sono sempre con pannello IPS.

Il nostro consiglio:

I migliori monitor gaming 4K

Il 4K è in giro ormai da qualche anno e pian piano stava diventando sempre più accessibile. Allo stesso tempo, però, i monitor 4K richiedono ancora un discreto impegno finanziario (in termini di costo per l’hardware che deve supportarli e di costo del monitor stesso). E molti si chiedono se valga la pena comprarne uno…

Tuttavia, i prezzi continuano a scendere e potete comprare un FreeSync 4K da 27 pollici per meno di 300 euros.

E abbiamo visto il lancio di monitor gaming 4k 144 Hz (sebbene, tecnicamente, siano capaci di fornire una vera e propria risoluzione 4K fino a 120 Hz). Il problema con questi monitor, però, è che non solo è estremamente costoso costruire un sistema in grado di fornire una performance che permetta di giocare a 4K 120Hz, ma gli ultimi due monitor 4K “144 Hz” messi sul mercato costano 2000 euros. Quindi, a meno che non abbiate un budget illimitato sia per il vostro PC che il vostro monitor, non c’è nemmeno da starci a pensare.

In definitiva, però, se siete uno di quelli a cui piace spendere parecchi soldi per stare un passo avanti a tutti gli altri, e volete la miglior grafica possibile, allora i monitor 4K gaming potrebbero rappresentare per voi una scelta valida. O, se siete dei professionisti che potrebbero usare un display 4K per altri scopi e giocate una volta ogni tanto oppure giocate a giochi non troppo esigenti, allora un potrebbe valere la pena acquistare un monitor 4K… ma forse è anche il caso di controllare il nostro post sui Migliori monitor 4K economici e dare un’occhiata alle opzioni meno costose.

Monitor 4K Gaming: un confronto

Acer Predator X27

monitor

Consiglio

A causa del prezzo al quale viene venduto e al costo di un hardware in grado di utilizzarlo al meglio, l’X27 è un’opzione che non ha senso per il 99% dei videogiocatori. Quindi, a meno che non abbiate un budget illimitato per comprare questo monitor da 2.000 euros e un PC gaming con cui usarlo, allora fareste meglio a considerare le opzioni elencate di seguito.

Breve recensione:

L’Acer Predator X27 è uno dei primi monitor al mondo venduto come monitor gaming 4K 144 Hz. L’unico problema è che, tecnicamente, non è in grado di fornire una risoluzione 4K quando viene impostato per funzionare a una frequenza di 144 Hz. In realtà, la vera risoluzione 4K è limitata a una frequenza di aggiornamento di 120 Hz.

Lo stesso, però, un monitor gaming 4K in grado di fornire una frequenza di aggiornamento a 120 Hz non è poca cosa. Gli altri problemi che esistono con il Predator X27 sono A) il fatto che costi 2.000 euros, e B) il fatto che molto probabilmente dovrete utilizzare più di una RTX 2080 Tis (o GTX 1080 Tis) se volete fare in modo che il gioco giri sfruttando al massimo l’alta frequenza di aggiornamento. Quindi, non solo il monitor vi spilla 2.000 euros, ma probabilmente dovrete anche spenderne almeno altri 3.000 per costruire un sistema che lo faccia funzionare come dovrebbe.

L’X27 incorpora la tecnologia G-Sync di NVIDIA, e quindi, anche se non riuscirete a ottenere un frame rate altissimo, fino a quando avrete un sistema che riesce a ottenere i 40 FPS per i giochi a 4K, allora questo monitor dovrebbe garantirvi un’esperienza di gioco fluida.

Tuttavia, se questo è il caso, fareste probabilmente meglio a risparmiare un po’ di soldi e a comprare uno dei monitor elencati di seguito.

>>Maggiori informazioni e recensioni clienti utenti su Amazon<<

Acer Predator XB321HK

monitor

Consiglio

Il Predator XB321HK di Acer presenta un display IPS UHD (3840X2160) da 32 pollici e la tecnologia G-Sync di NVIDIA. Però, come l’altro monitor Acer di cui sopra, ha un prezzo abbastanza alto (1,000 euros). Quindi, a meno che non disponiate di un budget ampio per acquistare sia il monitor che l’hardware necessario per giocare a 4K, probabilmente fareste meglio a dare un’occhiata ai monitor con risoluzioni inferiori.

 

Breve recensione:

Con l’XB321HK, avrete un display 4k leggermente curvato che presenta un impressionante tempo di risposta GTG di 4 millisecondi, un NVIDIA G-Sync che vi garantiranno un’esperienza di gioco fluida. È monitor grande e con un ampio angolo di visuale, ed è dunque perfetto per guardare i film e giocare mentre vi rilassate sul letto o sul divano.

Il modulo G-Sync rimuove automaticamente i lag, i tearing e gli stuttering dello schermo, permettendo alla scheda grafica di NVIDIA di regolare in modo dinamico le frequenze di aggiornamento del monitor in base agli FPS a cui state giocando. Questo, insieme a un input lag basso e a una frequenza di risposta dei pixel superveloce, vi garantisce una delle esperienze di gioco più fluide e con meno lag possibili (almeno con l’attuale tecnologia IPS).

E, a proposito di monitor IPS, questo qui viene calibrato di fabbrica per riprodurre in modo perfetto il miliardo e passa di colori nello spettro sRGB, così da farvi godere tutte le foto, i film e i videogiochi nel modo in cui dovrebbero essere mostrati.

L’accurata riproduzione dei colori è un’ottima cosa specie quando si lavora con il graphic design, quando avete bisogno di un’accuratezza assoluta in termini di sfumatura e saturazione mentre state modificando delle fotografie, o state progettando il design per una pagina web o una rivista. Questo vi assicura che i colori che vedete sullo schermo siano esattamente gli stessi colori che verranno poi stampati.

Ci sono un mucchio di configurazioni personalizzabili per il gaming, i video, le foto, ecc., e potete anche creare e salvare le vostre configurazioni personali. La modalità di gioco equalizza i livelli di nero, aumenta i tempi di risposta (fino a un minimo di 4 millisecondi), e minimizza l’input lag.

Potete anche overclockare la frequenza di aggiornamento oltre i 60 Hz impostati di default, e dovrebbe rimanere stabile fino a un overclock di 95 Hz (è possibile solo con una porta HDMI). Il monitor è montato su un supporto di alluminio che presenta degli stilosi piedi rossi disegnati specificatamente e un ergonomico design triangolare che occuperà meno spazio sulla scrivania e vi permetterà di sistemare senza problemi la vostra gigante tastiera da gioco e il tappetino per il mouse.

Sul retro troverete delle porte USB 3.0, oltre a una porta HDMI e una DisplayPort 1.2. Il supporto ha un perno, è possibile regolarne l’altezza e inclinare il monitor, e anche un occhiello per gestire i cavi.

Infine, se state cercando il miglior monitor gaming 4K sulla piazza, allora dovete prendere in considerazione l’Acer Predator XB321HK.

>>Maggiori informazioni e recensioni clienti utenti su Amazon<<

Samsung U28E590D

monitor

Consiglio

Se state cercando un monitor 4K FreeSync a buon prezzo da accoppiare a una scheda grafica Vega 56 o 64, il Samsung U28E590D è un’opzione degna di essere considerata. A meno di 300 euros l’U28E590D non vi costerà un occhio della testa e vi permetterà di tuffarvi nel gaming a 4K per un prezzo più che ragionevole (soprattutto rispetto alle opzioni elencate di sopra).

 

Breve recensione:

Chi ha detto che i monitor 4K devono costare tanto per forza? Il Samsung U28E590D costa meno di 300 euros e presenta la tecnologia FreeSync incorporata. Quindi andrà benissimo con un RX Vega 64 o 56 (e persino con una RX 580 per quelli che non hanno paura di abbassare i settaggi, o che giocheranno perlopiù a giochi non troppo esigenti dal punto di vista grafico).

L’U28E590D funziona solo con una frequenza di aggiornamento di 60 Hz, ma, considerando che persino i setup con due GPU Tier 1 hanno problemi a spingere i giochi di gamma oltre i 60 FPS a 4K, la frequenza di aggiornamento di 60 Hz dovrebbe andare più che bene. Il display è grande 28 pollici e, sebbene sia un monitor TN, ha un tempo di risposta di 1 millisecondo. (Dà un’occhiata alla nostra guida sui monitor: TN vs. IPS vs. VA per un resoconto dettagliato delle differenze tra i vari monitor e di come influenzino l’esperienza di gioco).

In generale, però, se state cercando per un modo poco dispendioso di tuffarvi nel gaming a 4K, uno dei primi monitor che dovreste prendere in considerazione è il Samsung U28E590D.

>>Maggiori informazioni e recensioni clienti utenti su Amazon<<

Migliori monitor gaming 1440p

Oggi come oggi, il punto di riferimento per il gaming sono i monitor 1440p 144 Hz al momento sul mercato. Sì, sono monitor 4K. E, come potete vedere dalla sezione qui sopra, alcuni sono progettati per il gaming.

Però, il 4k o è al momento limitato a delle frequenze di aggiornamento di 60 Hz o, tra tutte le opzioni che offrono frequenze più alte, il costo del monitor è follemente alto. (Di nuovo: controllate il monitor Acer “144 Hz” descritto sopra). +

D’altro canto, i monitor 1440p 144Hz combinano un’alta frequenza di aggiornamento è una soluzione più alta senza costare una piccola fortuna. Troverete sempre degli ottimi monitor 1440p 140 Hz, ma non dovrete per questo pagare migliaia di euros per comprarli.

Andrebbe notato che, però, proprio come è necessario avere un setup estremo per far girare dei giochi su un monitor 4K, ci vorranno un setup estremo e una scheda grafica di alto livello (o due) anche per far girare i giochi a un livello ideale su un monitor 1440p 144Hz. Quindi, se avete un PC gaming di fascia alta da utilizzare con un monitor 1440p 144Hz, allora forse varrà la pena comprare uno di questi monitor.

Se non avete già un setup di fascia alta, o il budget per comprarne uno, potreste voler controllare alcuni dei monitor 1080P 144 Hz a buon prezzo elencati sopra.

Acer XB271HU

monitor

Consiglio

Per i gamer competitivi che dispongono di un ampio budget, l’Acer XB271HU è un sogno che diventa realtà. Con una risoluzione a 1440p, un monitor IPS e una frequenza di aggiornamento a 144 Hz, l’XB271HU potrebbe facilmente essere considerato il miglior monitor sul mercato.

Breve recensione:

Il monitor gaming Acer Predator XB271HU da 27 pollici è uno dei migliori monitor gaming sul mercato. No, non ha un display 4K (dopotutto questa è la sezione 1440p), ma ha una risoluzione 2560×1440, più alta di molti altri monitor sul mercato.

E, quello che veramente si addice ai videogiocatori è il fatto che offra una frequenza di aggiornamento di 144 Hz.

Lo schermo ad alta risoluzione e la superiore frequenza di aggiornamento si combinano per regalare un’esperienza davvero unica, sia che stiate la miglior grafica possibile, sia che siate un gamer hardcore che conta su ogni frazione di secondo per vincere.

Oltre alla frequenza di aggiornamento di 144 Hz e al display 1440p, l’Acer XB271HU presenta anche uno schermo WQHD IPS. E, anche se il principale svantaggio degli schermi IPS è che spesso hanno una frequenza di aggiornamento inferiore rispetto agli schermi TN, lo schermo dell’Acer XB271HU ha una risposta GTG di 4 millisecondi.

Non è perfetto, ma è eccellente per uno schermo IPS e la differenza tra questo e uno schermo TN è così piccola che molto probabilmente non lo noterete nemmeno.

Infine, il monitor gaming Acer Predator XB271HU da 27 pollici è la nostra prima scelta per quei gamer che vogliono un’esperienza di gioco senza precedenti. Se siete più interessati alla grafica, allora dovreste considerare un monitor 4K. Comunque, se state cercando il miglior monitor gaming 1440p, beh, eccolo qui (oppure date un’occhiata al monitor ASUS descritto di seguito).

>>Maggiori informazioni e recensioni clienti utenti su Amazon<<

ASUS ROG SWIFT PG279Q

monitor

Consiglio

Il monitor ASUS ROG Swift PG279Q da 27 pollici è forse una scelta persino migliore dell’Acer XB271HU per chi avesse 70 euros in più da spendere. La frequenza di aggiornamento a 165 Hz che presenta non è seconda a nessun, e il monitor IPS, la tecnologia G-Sync e la funzionalità 3D aiutano questo monitor a svettare sulla concorrenza.

Breve recensione:

Il monitor ASUS ROG Swift PG279Q da 27 pollici è uno schermo QuadHD (1440p) con una risoluzione massima di 2560×1440 pixel. Questo monitor presenta la perfetta combinazione di grandezza e risoluzione per fornire un’esperienza di gioco di alto livello.

Il monitor è fornito di una tecnologia oculare ASUS che presenta una certificazione TUV e un Blu Light Filter. Queste caratteristiche assicurano che gli occhi dell’utente non si affatichino troppo.

Il supporto del monitor è costruito ergonomicamente per essere manovrata con facilità. Può essere inclinato, alzato, abbassato, in modo da garantire un angolo di visione da 178 gradi. Può essere anche montato sul muro.

Il monitor ASUS ROG Swift PG279Q da 27 pollici ha una frequenza di aggiornamento altissima, a 165 Hz, ponendosi così a un livello superiore ai monitor a 144 Hz, e stabilendosi come primo monitor a fornire una frequenza di aggiornamento così alta. Un modello per la qualità grafica dei videogiochi.

La tecnologia NVIDIA®G-SYNC™ è nota per la sua qualità altissima e impedisce il tearing e lo stuttering dello schermo. Il pannello IPS dello schermo LCD ha una vasta gamma di colori sRGB per film e giochi. Ha anche un tempo di risposta GTG di quattro millisecondi.

Le dimensioni del monitor sono di 11,9 x 29,8 x 18 pollici e, rispetto ai display Full HD, l’utente guadagna il 77% di spazio sulla scrivania. Questo monitor supporta la visione 3D di NVIDIA e la Lightboost/Ultra Low Motion Blur (ULMB). Il prodotto viene venduto con una garanzia limitata di tre anni.

Il monitor ASUS ROG Swift PG279Q da 27 pollici presenta anche la tecnologia NVIDA G-Sync, una tecnologia Frame Synchronization. Ha una buona frequenza di risposta e il monitor è all’altezza dei suoi predecessori.

Questo monitor presenta una migliore gestione dei cavi e numerosi input, migliorando le caratteristiche del suo predecessore. La fluida tecnologia grafica rende giocare su questo dispositivo un’esperienza meravigliosa. Infine, ASUS ROG Swift PG279Q è testa a testa con l’Acer Predator XB271HU e ognuno dei due è degno del titolo di miglior monitor IPS 1440p.

>>Maggiori informazioni e recensioni clienti utenti su Amazon<<

I migliori monitor gaming 1080p

Anche se i monitor 1440p 144 Hz rappresentano forse i migliori monitor gaming al momento sul mercato, la realtà è che per acquistarli è necessario spendere un mucchio di soldi, soprattutto per garantirsi un setup che li faccia funzionare come dovrebbero, e quindi potrebbero non rappresentare la miglior soluzione per la maggior parte dei videogiocatori.

Per quei giocatori che non vogliono spendere troppo e giocano a titoli altamente competitivi, l’opzione migliore sarebbe quella di acquistare un monitor gaming 1080p 144 Hz+. (E, se il vostro budget è veramente limitato, optate per uno monitor standard 1080p 60 Hz.) Non solo i monitor 1080p 144Hz+ vengono venduti a un prezzo di gran lunga inferiore (con l’eccezione del monitor Asus 240Hz 1080p), ma nemmeno richiedono un computer tanto potente per essere sfruttati al meglio.

Quindi, se siete dei seri appassionati di eSport e volete tutto il vantaggio possibile mentre giocate, ma non disponete di un budget enorme per il monitor e/o per il setup, allora i monitor 1080p elencati di seguito rappresentano un’ottima scelta.

ASUS ROG Swift PG258Q

monitor

Consiglio

La frequenza di aggiornamento a 240 Hz garantita dall’ASUS PG258Q potrebbe sembrare ridicola e implausibile, ma per quei videogiocatori hardcore che giocano a titoli non troppo esigenti come CS:GO, Fortnite, Rocket League, eccetera, una frequenza di aggiornamento più alta può essere utilizzata per ottenere un vantaggio concreto. Quindi, se siete dei giocatori seriamente competitivi e state cercando di ottenere tutto il vantaggio possibile, allora l’ASUS PG258Q potrebbe essere quello che state cercando.

Breve recensione:

Anche se potrebbe sembrare folle spendere più di 500 euros per un monitor 1080p – specie quando per lo stesso prezzo potete acquistare un monitor 4K, uno 1440p 144 Hz, e/o un ottimo monitor gaming ultra-wide – se siete dei videogiocatori seri, allora la pazzesca frequenza di aggiornamento che vi garantisce l’ASUS ROG Swift PG258Q potrebbe fare al caso vostro.

L’ASUS ROG Swift PG258Q è un monitor da 24 pollici che presenta un display con risoluzione a 1080p e un pannello TN (1 millisecondo di tempo di risposta GTG) e, soprattutto, l’incredibile frequenza di aggiornamento a 240 Hz. Presenta anche la tecnologia G-Sync di NVIDIA, quindi, anche se non riuscite a ottenere i 200 e passa FPS con certi giochi, di certo non dovrete starvi a preoccupare dello stuttering.

Ma, se giocate a titoli iper-competitivi come CS:GO, Rocket League, Overwatch, eccetera, che non sono poi troppo esigenti, se disponete di un setup di ottima qualità potete spingerli a 200 FPS e, quindi, avrete un’esperienza di gioco incredibilmente fluida con un monitor con una frequenza di aggiornamento di 240 Hz. E, anche se i casual gamer forse non sono in grado di distinguere tra 144 Hz e 240 Hz, un giocatore hardcore potrebbe essere in grado di guadagnare un piccolo vantaggio da questo aumento della frequenza di aggiornamento.

Se siete dei casual gamer, però, probabilmente fareste meglio a comprare un monitor 1080p 144 Hz, che costa di meno; o – se il vostro budget è ancora più limitato – un monitor standard 1080p 60 Hz.

>>Maggiori informazioni e recensioni clienti utenti su Amazon<<

I miglior monitor gaming ultra-wide e i migliori monitor curvi

Quelli di voi a cui piace avere le ultime novità in fatto di tecnologia forse farebbero meglio ad accaparrarvi uno dei nuovi monitor gaming curvi o con il widescreen.

Anche se questi monitor costano tantissimo, il prezzo è giustificato dal fatto che alcuni di essi siano in grado di darvi un’esperienza che solo due monitor combinati riuscirebbero a darvi. Io, personalmente, preferisco giocare con tre monitor dai bordi sottili. Però ad alcuni i bordi non piacciono proprio, ma vogliono lo stesso uno schermo ultra-wide: e quindi a questo tipo di giocatori raccomandiamo di dare una scorsa alle opzioni elencate di seguito.

In sostanza, solo pochi vorranno – o potranno – scegliere questi monitor gaming mostruosi (di seguito troverete anche un monitor curvo di dimensioni standard) per il loro setup. Dovete sollo assicurarvi di utilizzare una scrivania abbastanza grande per garantire al vostro monitor il supporto di cui necessita.

Samsung CHG90

monitor

 

Consiglio

Anche se l’ASUS PG348Q descritto di seguito presenta una risoluzione verticale più alta, il CHG90 è molto più grande, ha una frequenza di aggiornamento superiore e costa di meno (sia per quanto riguarda il prezzo di listino del monitor stesso sia per il costo dell’hardware necessario per sfruttarlo al meglio). E, per queste ragioni, pensiamo che il CHG90 è l’opzione migliore tra le due.

Breve recensione:

Il Samsung CHG90 è un vero mostro ultra-wide. Ha un display da 49 pollici e una risoluzione 3840×1080, ed essenzialmente ottenete due monitor da 1080p uniti assieme e una visuale a 32:2. La maggior parte dei monitor ultra-wide non sono così estremi e di solito hanno un aspect radio di 21:9.

Quindi, se state cercando l’opzione con lo schermo più grande, il CHG90 dovrebbe già interessarvi. Al di là dell’enorme display curvo, presenta anche una frequenza di aggiornamento di 144 Hz, un tempo di riposta GTG di 1 millisecondo e la tecnologia FreeSync di AMD.

Tutte queste caratteristiche aiutano a fare del CHG90 un’opzione più che degna di nota. E, anche se la risoluzione verticale 1080p potrebbe non essere proprio stupefacente, la realtà è che non avrà bisogno di un PC tanto potente per spingere i giochi verso un frame rate in grado di soddisfare la più alta frequenza di risoluzione offerta dal CHG90. Dall’altro lato, il PG348Q elencato di seguito ha una risoluzione verticale più alta, ma avrà bisogno di un PC molto più potente per utilizzare i pixel extra.

Se state pensando di comprare il CHG90, assicuratevi solo di avere una scheda grafica AMD di alta qualità, come ad esempio l’RX 580, l’RX 580, l’RX Vega 56, o l’RX Vega 64, così da sfruttare al massimo la tecnologia FreeSync e l’alta frequenza di aggiornamento.

>>Maggiori informazioni e recensioni clienti utenti su Amazon<<

ASUS ROG PG348Q

monitor

Consiglio

Il monitor gaming curvo ASUS ROG SWIFT PG348Q da 34 pollici presenta una frequenza di aggiornamento massima di 100 Hz e una tecnologia NVIDIA G-Sync. Se non avete bisogno di un display tanto grande quanto il CHG90, o volete una risoluzione maggiore e/o utilizzare una scheda grafica NVIDIA, il PG348Q è il monitor di miglior qualità e più ultra-wide che troverete.

Breve recensione:

Con la linea ASUS ROG di periferiche di gioco, non ci aspettiamo niente di meno del meglio, poiché questi aggeggi costano notevolmente di più delle loro controparti non per giocatori, che siano di ASUS o di altri produttori.

Anche se oggigiorno ci sono diversi display curvi sul mercato, non tutti offrono la stessa visuale e l’appeal estetico come quelli di miglior qualità, come ad esempio il ROG SWIFT PG348Q che abbiamo qui.

Per esempio, il pannello IPS su questo monitor offre dei colori incredibilmente accurati e un contrasto altissimo e virtualmente nessuna blacklight bleed, un problema che prevalente nella maggior parte dei pannelli IPS, anche con quelli di gamma alta.

La risoluzione di questo monitor è di 3440x1440p (ratio 21:9), e presenta uno spettro RGB completo, ed è quindi capace di riprodurre in modo accurato tutti i 16,7 miliardi di colori dello spettro RGB.

Presenta anche un tempo di risposta GTG di 4 millisecondi, l’NVIDIA G-Sync, un input lag ridotto, una tecnologia anti-sfarfallio, una riduzione blue-light e una funzione anti-blur; oltre a dei settaggi ROG personalizzabili per ogni singolo gioco. Per ogni settaggio preimpostato, potete selezionare la luminosità e il contrasto, cambiare i valori del Rosso, del Blu e del Giallo.

Oppure, potete scaricare i settaggi preimpostati del monitor utilizzati dai vostri giocatori preferiti e copiarli sulla memoria. Il G-Sync eliminerà completamente il tearing e, rispetto al V-Sync, presenta un input lag ridotto. Potete usare questo monitor sia con la modalità a 60 Hz sia con la modalità “ultra”, che aumenta la frequenza di aggiornamento fino a 100 Hz così da far godere i titoli tripla A al massimo. E finalmente sarete in grado di sfruttare al meglio quella GPU da mille euros, facendo girare giochi su una risoluzione 3440×1440 e con un frame rate superiore a 100.

Il bordo e il supporto sono fatti di una lega di alluminio, e i pannelli attorno allo schermo sono scuri, con rifiniture lucide e angoli squadrati. Il retro del monitor sembra l’interno di un’astronave aliena, con delle iscrizioni in stile Maya e rifiniture in rame e titanio (non è titanio vero e proprio).

La luce rossa ROG sotto il supporto dona a questo monitor un look sofisticato quando spegnete la luce, e completerà alla perfezione l’illuminazione del resto del vostro PC. Il supporto si piega, è possibile regolare l’altezza e vi offre la possibilità di gestire i cavi. Dietro ci sono delle porte USB 3.0, un’entrata per le cuffie e delle porte HDMI e DisplayPort.

>>Maggiori informazioni e recensioni clienti utenti su Amazon<<

Philips 278E9QJAB

monitor

Consiglio

Anche se non è un monitor ultra-wide, il Philips 278E9QJAB è un monitor gaming curvo da 27 pollici, con una risoluzione di 1080p 76 Hz, e costa poco più di 180 euros. Se non avete bisogno di un monitor molto grande o di un pannello curvo, potete risparmiare un po’ di soldi optando Acer XFA240.

Breve recensione:

Infine, abbiamo il Philips 278E9QJAB. È un monitor da 27 pollici con una risoluzione 1080p, un pannello curvo VA, un tempo di risposta di 4 millisecondi, una frequenza di aggiornamento di 75 Hz e la tecnologia FreeSync di AMD.

Per poco più di 180 euros, ha uno schermo più grande dell’Acer XFA240 e presenta un pannello VA invece di un pannello TN piatto. Quindi, se stava pensando a scegliere l’Acer XFA240, dovreste anche considerare se lo schermo più grande e il pannello VA sono qualcosa su cui volete spendere 20 euros extra.

Se è così, il 278E9QJAB è probabilmente la scelta migliore. In ogni caso, però, il Philips 278E9QJAB è un eccellente monitor 1080p a un ottimo prezzo che andrà benissimo con delle schede grafiche come l’RX 580 e l’RX 570, così da ottenere un’esperienza di gioco superfluida.

>>Maggiori informazioni e recensioni clienti utenti su Amazon<<

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *