Massimizzare la durata del vostro disco SSD con la corretta manutenzione

La Flash RAM – la tecnologia di archiviazione all’interno di un disco SSD – è immune ai disastri violenti, all’usura e ai danni che possono mandare in crash un comune disco rigido. Ma gli SSD hanno i loro problemi. Ogni volta che si scrive nella Flash RAM, si è un passo più vicini al giorno in cui non si riuscirà più a farlo.

Per fortuna, questi passi sono molto piccoli. Se si evita la scrittura inutile, il vostro SSD probabilmente durerà fino a quando si desidererà sostituirlo con qualcosa di meglio. Ma è ancora una buona idea evitare di scrivere inutilmente. Potete farlo disattivando queste quattro impostazioni di Windows.

Deframmentazione

Un disco rigido estremamente frammentato è capace di rallentare il ​​PC, ma la frammentazione è irrilevante su un SSD. Peggio, scrive in tutto lo spazio. Meglio disattivarla.

In Windows 7, fare clic sul pulsante Start, digitare Deframmentazione e selezionare Utilità di deframmentazione dischi. Se il grande pulsante vicino all’angolo in alto a destra dice “Attiva pianificazione …”, nessun problema; non si deve cambiare nulla. Ma se dice “Configura pianificazione …”, fare clic sul pulsante e deselezionare “Esegui tramite pianificazione” (consigliato).

Deframmentazione

In Windows 8, ricerca di deframmentazione, selezionare Deframmentare e ottimizzare le unità. Una volta nel programma, fare clic sul pulsante Modifica impostazioni. Se l’opzione “Esegui tramite pianificazione” (consigliata) è selezionata, deselezionarla.

Deframmentazione

La memoria virtuale

Se state usando più programmi di quanti possano stare in una RAM fisica, Windows sposta alcuni di loro nell’unità interna. Se tale unità è un SSD, non va bene.

Superfetch

No, Superfetch non è un supereroe canino, ma una funzionalità tipo cache in Windows, che dovrebbe migliorare le prestazioni. Non aiuta più di tanto l’hard disk, e in realtà rallenta gli SSD e li logora.

Per disabilitare Superfetch, cercate e selezionate services.msc. Nella finestra Servizi, scorrere verso il basso e fare doppio clic su Superfetch. Aprite il menu simile a quello di avvio e selezionare Disabilitato.

http://ilmigliorantivirus.com/wp-content/uploads/2015/04/vita-ssd-2.jpg

ibernazione

Quando si inserisce un PC Windows in modalità di ibernazione per il risparmio energetico, si utilizza ancora un po’ di energia elettrica. Quando si iberna, si spegne invece l’hardware del tutto.

Ma l’ibernazione copia anche tutto ciò che c’è nella RAM nell’l’unità C: – causando un leggero logorio del disco SSD ‘.

Semplicemente si può evitare di ibernare. O, per essere sicuri, è possibile disattivarla. Se si utilizza Windows 7, seguire le istruzioni di Microsoft. In Windows 8, non vi preoccupate; l’ibernazione è disabilitata di default.

Per Saperne Di Più:
PC lento cosa fare?
Velocizzazione di Windows 7
SSD vs SSHD
Vale la pena effettuare l’aggiornamento a un SSD?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *