Firefox Quantum vs Chrome: Qual è il più veloce?

Ogni volta che viene rilasciato un nuovo browser i produttori affermano che il loro software è più veloce di qualunque altro. E perchè non dovrebbero? In un mercato ristretto, dove i valori nominali sono tenuti in considerazione e le preferenze regnano, qualunque cosa in grado di spostare l’attenzione per alcuni minuti è ben accetta. Così con il rilascio di questa settimana di Firefox Quantum, l’ultima iterazione del browser di Mozilla, la compagnia ha subito affermato di aver realizzato un browser più veloce di Google Chrome.

Firefox Quantum vs Chrome

Mozilla ritiene che il “potentissimo motore del browser” fa sì che le pagine vengano caricate due volte più velocemente rispetto a Chrome e che pesi addirittura il 30% in meno in termini di utilizzo della memoria. La domanda però ora sorge spontanea, sono vere queste affermazioni?

Andando al sodo, ho lasciato perdere i benchmark e ho condotto dei test personalmente per avere una migliore percezione di quale dei due browser sia il migliore. Tutti i test su Firefox Quantum 57 e Google Chrome 61.0.3163.100 sono stati condotti sullo stesso laptop con Windows 10 (Dell XPS 13) con processore Intel Core i7-7660U a 2.5GHz e 16GB di RAM.

Benchmark Test sintetici

Il primo test benchmark sintetico ad apparire era WebXPRT 2015, un test fatto da sei carichi di lavoro basati su HTML5 e JavaScript, che coprivano una serie di operazioni quotidiane basilari. Firefox Quantum è stato il vincitore quì, con un punteggio di 491 (da una media di cinque esecuzioni, con il risultato più alto e più basso eliminati) rispetto ai 460 di Chrome – ma questa non è proprio tutta la storia. Mentre Firefox si comportava meglio nei carichi di lavoro Organizza Album ed Esplora Sequenze DNA, Chrome andava meglio nel FotoRitocco e nelle Note Locali, dimostrando che i due browser hanno punti di forza diversi.

Firefox Quantum vs ChromeLe cose sono un po’ diverse su BrowserBench JetStream 1.1. Descritto come una “Suite benchmark Javascript puntata alle più avanzate applicazioni web”, JetStream 1.1 usa oltre tre dozzine di test per misurare la latenza e la capacità di trasmissione dei browser, e per formire un significato geometrico dei punteggi (che è quello che stiamo riportando). Firefox Quantum è stato più veloce anche quì, con un punteggio di 183.1 rispetto ai 178.4 di Google Chrome.

Firefox Quantum vs ChromePotresti pensare che Octane 2.0, che è iniziato come un progetto degli Sviluppatori Google, avrebbe favorito Chrome – ed avresti (leggermente) ragione. Questo test benchmark JavaScript esegue 21 test individuali (su funzioni come il linguaggio principale, operazioni bit e matematiche, stringhe e vettori, ed altro) e combina il risultato in un solo punteggio. Quello di Chrome era 35,622 rispetto a 35,148 di Firefox – una vittoria, anche se minuscola.

Firefox Quantum vs Chrome

Tempo di avvio dei browser

Anche se pensi frequentemente al tempo di avvio del tuo computer(specialmente se è vecchio!), il tempo di avvio dei singoli programmi tende ad essere spesso sottovalutato. Quando clicchi su un’icona, la vuoi aprire, e se ci mette del tempo, lo noti. (Ti stiamo guardando, Photoshop – ma fai un sacco di cose, perciò va bene). Data la semplicità di un web browser, non sembra chiedere troppo volere che si apra immediatamente.

La buona notizia è che essenzialmente è così sia con Firefox Quantum che con Google Chrome. Ho usato PassMark AppTimer per misurare i tempi di avvio e di chiusura di 50 finestre dello stesso programma, ed ho riavviato il computer prima di passare da uno all’altro. Con un tempo medio di 0.287 secondi, Firefox ha vinto di nuovo. Ma dato che Chrome ha avuto una media di 0.302 secondi, non devi comunque preoccuparti.

Utilizzo di memoria

Se c’è un nemico naturale delle prestazioni di un web-browser, è l’utilizzo della RAM. Più o meno dal loro avvento, i web browser tendono a riempire le risorse di memoria e a peggiorare il problema ad ogni nuova tab o finestra che apri. Ma anche se il graduale aumento di RAM nei computer ha mitigato il problema in qualche modo, lo è ancora – e qualcosa di cui vuoi preoccuparti.

Per determinare quale browser (in entrambi i casi) era più a fondo nell’utilizzo della memoria, ho stilato una lista di 10 popolari siti web, inclusa la nostra ilmigliorantivirus; CNN ed ESPN; Facebook e Twitter; ed altri. Poi li ho aperti tutti in tab individuali in una finestra del browser (con la tab Youtube che riproduceva un video), ed ho usato il Windows Task Manager per controllare l’utilizzo di memoria dopo 5 minuti. (Come prima, ho riavviato il computer prima di passare all’altro browser).

Firefox Quantum vs ChromeDi nuovo, i risultati erano vicini. Sì, Chrome ha usato poca memoria in meno solo usando la sua app principale (una media di 126.3MB contro 145.3MB per Firefox), ed ha avuto in media un utilizzo minore di memoria in tutti i processi in background che ha avviato quando l’ho eseguito(1,362.4MB tramite 13 o 14 processi, rispetto ai 1,400.5MB sui sei di Firefox). È bene notare, comunque, che in due dei tre test, Firefox ha finito più agilmente, ma in nessun caso ha dato ragione alle dichiarazioni di Mozilla che Quantum consumi “circa il 30 percento di RAM in meno rispetto a Chrome”.

Le cose sono cambiate un po’ quando sono state coinvolte più tabs. Con 30 tabs aperte, Firefox Quantum ha avuto una media di 3,883MB di RAM da sei processi e Chrome una media di 4,151.3MB da 34. Come dichiara Mozilla la facilità con cui Quantum gestisce multiple tab, buono a sapersi, comunque Firefox era più lento con multipli flussi video da Youtube. (Entrambi i browser si sono bloccati ed hanno chiuso istantaneamente le tabs).

Firefox Quantum vs Chrome

È Firefox Quantum più veloce di Chrome?

Firefox Quantum è basato sulle promesse di Mozilla. Ha dimostrato un incremento della velocità, sebbene alcune fossero generalmente modeste ed intermittenti, ed il risparmio di memoria che si nota principalmente con un sacco di tabs attive. Ciò che questo prova, è che non importa quale browser scegli, ne troverai uno piuttosto veloce e capace dato che entrambi gestiscono tutti i contenuti che visiterai durante le tue tipiche sessioni di navigazione. E questo, oltre alle prestazioni che sono meglio qua o là, è ciò che conta di più.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *