Gli utenti Internet alla ricerca di privacy e maggiore sicurezza stanno sempre più passando alle migliori VPN per mantenere le informazioni personali al sicuro. Con così tante VPN in circolazione, una semplice ricerca rivela un sacco di scelte.

Perciò quando confronti le VPN e scegli un provider, è molto importante scoprire esattamente cosa ricevi con ogni servizio – e cosa è lasciato fuori. La frase ‘il diavolo è nei dettagli’ si applica decisamente alle VPN, e dovresti prestare maggiore attenzione ai dettagli – spesso non si trovano nella pagina principale, ma sono nascosti in altre parti del sito.

Fai ricerche sui provider VPN più profonde che puoi, e ricorda che ci sono alcuni problemi comuni di cui devi preoccuparti particolarmente. Queste potenziali insidie sono ciò che evidenzieremo in questo articolo.VPN

1. Conta i dispositivi

Quasi ogni servizio VPN a pagamento include banda illimitata ogni mese – non sei limitato da questo punto di vista. Comunque, molti provider limitano il numero di dispositivi che possono essere simultaneamente connessi al loro servizio.

La maggior parte degli utenti al giorno d’oggi hanno uno smartphone, tablet e PC, e varie famiglie con più membri in famiglia superano la dozzina di dispositivi. È perciò importante sapere quanti dispositivi userai con la VPN e controllare quante connessioni ogni provider supporta (e se questo varia in base all’abbonamento).

Ad esempio, NordVPN supporta sei dispositivi simultaneamente, che va bene per una persona sola, ma potrebbe non bastare per molte famiglie.

VPN

2. Dispositivi non supportati

Praticamente ogni VPN supporta i pc Windows con un software nativo. Comunque, al giorno d’oggi la gente usa diverse piattaforme per accedere ad Internet, come Chromebooks, tablet iOS, Mac e pc Linux – e non tutti i provider supportano tutte queste piattaforme.

Perciò è meglio assicurarsi che i dispositivi che hai siano supportati dal servizio VPN, perciò potresti dover sfogliare il sito del provider per trovare quest’informazione.

È anche importante sapere che puoi evitare questi problemi di supporto installando la VPN direttamente sul tuo router, che darà a tutti i dispositivi connessi al router la protezione tramite il servizio VPN. Comunque, in questo caso devi assicurarti che la VPN supporti l’installazione su un router.

Per fare un esempio, IPVanish, come visto nell’immagine sopra, supporta una vasta gamma di dispositivi, tra cui i meno diffusi Windows Phone, Chromebook (che non sono molto supportati nonostante la loro crescente popolarità), ed anche la Amazon Fire TV.

Comunque, per gli utenti che hanno un BlackBerry, Blackphone, Boxee box o Synology NAS, IPVanish non supporta nessuno di questi dispositivi – comunque li supporta VyprVPN, ed è famosa per supportare un gran numero di piattaforme.

VPN

3. Presenza mondiale

Il punto principale di una VPN è essere in grado di trasmettere i tuoi dati con un altro indirizzo IP. Ci sono momenti in cui una VPN viene usata per fornire anonimato da un ISP, e questo è spesso fatto con un indirizzo IP dall’altra parte che resti nella tua nazione. Comunque, a volte, per evitare le restrizioni dei contenuti geolocalizzati, potresti volere un server VPN ed un indirizzo IP in un’altra nazione.

C’è anche da considerare che un provider VPN con più server ed indirizzi IP è preferibile, dato che è più difficile che si sovraccarichi, ed è più probabile che tu trovi un server più vicino che ti fornisca le migliori prestazioni.

Comunque, quando si pesano i pro ed i contro dei servizi VPN, assicurati di confrontare il numero di indirizzi IP disponibili, e tieni conto degli stati in cui sono localizzati. Inoltre, se pensi di usare un servizio che ha restrizioni geografiche, assicurati che la VPN abbia un server in quel luogo.

Una volta ancora, scoprire quest’informazione potrebbe richiedere un po’ di ricerche, ma si trova. PureVPN ad esempio afferma di avere oltre 750 server localizzati in oltre 180 posti al mondo, per un totale di 141 stati, che dovrebbe essere abbastanza per soddisfare le necessità degli utenti.

VPN

4. Localizzazione, localizzazione, localizzazione

Una VPN è progettata per fornire anonimato quando sei online, ma ricorda che i provider VPN risponderanno alle richieste legali del governo per qualunque traccia delle attività degli utenti che questi servizi tengono. Perciò gli utenti devono considerare la nazione in cui il servizio VPN ha la base, e l’attitudine alla privacy di quel particolare stato.

La Svizzera, famosa da secoli per la segretezza delle sue banche, è un paradiso per i servizi VPN sicuri. Ad esempio, i providers localizzati in Svizzera non devono trattenere alcun dato, perciò non c’è nulla da andare a cercare. La nazione è anche pro-downloaders dato che ha una legislazione debole in materia di infrazione dei copyright.

Infine, il governo Svizzero non sostiene il blocco degli indirizzi IP per limitare l’accesso ai siti web. Per fare un esempio, un provider con base in Svizzera è SwissVPN.

VPN

5. Kill switch

Una VPN è sicura quanto la crittografia che fornisce, e questa deve funzionare consistentemente. Sfortunatamente, ci sono momento in cui la VPN potrebbe non funzionare, ad esempio quando è in carenza di indirizzi IP. O se la connessione VPN salta, i dati potrebbero continuare ad essere inviati senza essere crittografati(ed il tuo indirizzo IP può essere rilevato).

I provider VPN si preoccupano di questo ed hanno sviluppato una soluzione: il kill switch. Viene costruito nel software, e quando il tunnel VPN crolla, ed i dati verrebbero scambiati non criptati, il kill switch entra in gioco e blocca il flusso dei dati.

Perciò controlla i dettagli per essere sicuro che il tuo servizio VPN includa un kill switch, perchè davvero, è una funzione must-have. PureVPN, per esempio, offre un kill-switch integrato. Nota che dovresti assicurarti che il kill switch sia attivato, dato che in molti casi potrebbe essere disabilitato di default – perciò controlla le impostazioni software dal tuo provider VPN per assicurarti che sia attivo.

Come alternativa, puoi implementare il tuo kill switch di terze parti usando un software separato, ne discutiamo nel nostro focus sui migliori kill switch VPN.

Leggi di più:
Miglior VPN in Cina
Miglior VPN Ancora Funzionante su Netflix