La parola VPN è uno di quei termini tecnici che ha acquisito, negli ultimi anni, molta popolarità, a causa dell’espansione di Internet che si è sviluppata e diversificata, a livelli ancora più elevati.

Tuttavia la premessa è effettivamente piuttosto semplice, e ci sono alcuni esempi di utilizzo più rilevanti.

Una VPN (per esteso, Virtual Private Network, Rete Virtuale Privata) è una metodologia di sicurezza popolare per Internet. Essa implica tecnologie che hanno, per obiettivo, quello di aggiungere uno strato di sicurezza, sia per quanto riguarda le reti pubbliche che private. Queste includono gli hotspots (punti di accesso) a banda larga e Internet.

Una VPN (Virtual Private Network) è quindi una soluzione sicura e privata, all’interno della più ampia rete Internet, che consente agli utenti – che si tratti di privati, membri di un’organizzazione o nel business – di inviare e ricevere dati, pur mantenendo la segretezza di una rete privata.

Ciò significa che potreste utilizzare questo sistema per creare un “tunnel” sicuro con la vostra rete aziendale per beneficiare dell’accesso ai sistemi interni privati, ma significa anche che potreste navigare in completo anonimato per accedere a contenuti, che, in altro modo, non potreste riuscire a visualizzare, come nel caso di Netflix, o BBC iPlayer.

Privacy ottimale, non totale

Tutto il traffico che passa attraverso la tua connessione VPN è sicuro e non può, in teoria, essere intercettato da nessuno, rendendo il modo più sicuro e diffuso di navigare il web privatamente(ma non sempre in anonimato).

Tieni semplicemente a mente che le VPN sono sicure quanto l’anello più debole di tutta la catena. Perciò se il tuo dispositivo è già stato compromesso con un malware, usare una VPN non ti salverà dall’essere spiato, mentre un buon antivirus potrebbe.

Se c’è una preoccupazione quando si tratta di usare la tecnologia ed Internet, è la privacy. Usando una VPN puoi, in teoria, evitare che il tuo internet service provider (ISP) ed il governo vedano la tua cronologia.

Le VPN sono spiccate spesso come strumento popolare nel movimento della libertà di parola. Puoi evitare la censura all’interno delle organizzazioni e da terze parti. Per esempio, se fai qualcosa che va contro le priorità del tuo capo non ti devi preoccupare che lo possa scoprire.

La gente usa le VPN anche per mascherare la loro posizione. Questo porta gli utenti a modificare le loro posizioni per poter usare servizi oltreoceano. Un buon esempio è guardare un programma TV o un prodotto online che è disponibile solo in una specifica nazione, a causa di problemi legali o di licenza.

La privacy è la priorità

È possibile ricorrere a una VPN anche per proteggersi dagli hackers.Se siete fuori e vi registrate presso un punto di accesso Internet pubblico -ad esempio, in un caffè o in una biblioteca – c’è la possibilità che qualcuno provi ad infiltrarsi nel vostro dispositivo.Questa azione può comportare, per voi, la perdita di dati preziosi, come le password.

Questa tecnologia sta emergendo anche come una forza popolare nel mondo del business.Quando siete in giro,tutto il tempo, per le riunioni, è normale connettersi a reti di terze parti. Con una VPN, è possibile accedere alla Intranet aziendale, senza doversi preoccupare di essere presi di mira da pirati informatici.

Molti servizi VPN -ce ne sono circa 400 per cellulari e desktop – offrono diversi pro e contro, quindi se state cercando di accedere a Hulu o a BBC iPlayer da un’altra regione, selezionate la vostra rete aziendale oppure rimanete semplicemente al sicuro online, troverete un servizio su misura, in base alle vostre esigenze. Inoltre, una VPN può essere utilizzata per ovviare ai rallentamenti di velocità della connessione Internet, e questo è,al momento, certamente rilevante visto che Verizon è fino a oltre gli Stati Uniti. Secondo i rapporti, l’ISP ha limitato lo streaming di Netflix a 10Mbps, e ha anche rallentato i video sui suoi piani illimitati, il che significa che gli spettatori via smartphone non possono ottenere una migliore qualità di 480p.

Il provider NordVPN calcola che alcuni utenti hanno potuto visionare il loro Netflix in streaming ad una velocità tre volte superiore, utilizzando una VPN per bypassare il rallentamento di Verizon. Questo alimenta sicuramente i nostri pensieri.

È anche interessante notare che, mentre il phishing rimane un grave pericolo online, una VPN può aiutare a proteggere gli utilizzatori, quando navigano in rete, contro i rischi di malware o di truffe.

Proxy vs VPN

Anche i proxy sono popolari, e ci si pone sempre la domanda in cosa si differiscono dalle VPN. Lo scopo di entrambi i metodi è quello di proteggere le identità degli utenti o di manomettere una posizione. Benché si tratti di tecnologie diverse, molti provider di VPN offrono anche i proxy.

Un proxy è il tipo di sistema di elaborazione che funge da intermediario tra il dispositivo connesso e la connessione Web. Questi server hanno anche un proprio indirizzo IP, quindi i trasferimenti non possono essere rintracciati direttamente sul vostro computer.

Essi possono condividere obiettivi comuni con VPN, ma in genere, essi mettono in sicurezza solo un client torrent o il browser. Se si utilizza una VPN, è possibile crittografare il 100% della propria connessione Internet, quindi c’è più protezione.

Leggi di più:
Migliori VPN
Recensione di ExpressVpn