AntivirusRecensione

Windows Defender è abbastanza buono nel 2019?

Windows DefenderQuando si tratta di antivirus, Windows Defender è la scelta naturale. Anzi, per lo stato attuale delle cose non è nemmeno troppo una scelta, in quanto viene venduto già incluso in Windows 10. (Nelle versioni precedenti di Windows era conosciuto come Microsoft Security Essentials). Quindi è facile lasciare tutto com’è e dirvi che andrà tutto bene, no?

Ma lo strumento di Windows va bene, oppure dobbiamo cercare qualche antivirus corazzato per restare sicuri su Internet? Continuate a leggerlo per scoprirlo.

Nota: questa analisi si basa sui test eseguiti nel dicembre del 2018. Ovviamente i risultati cambieranno col tempo, ma faremo del nostro meglio per tenerci aggiornati.

Com’è Windows Defender rispetto agli altri antivirus?

Parlare di Windows Defender e basta non servirà a niente. quello che dobbiamo sapere è come va rispetto agli antivirus più famosi che avete scaricato o comprato nel corso degli anni – i vari McAfee, AVG e Bitdefender del mondo.

Per fortuna, ci sono diversi siti che ogni mese paragonano i vari antivirus.

AV Test

AV Test aiuta gli user a prendere delle decisioni ponderate su quale antivirus dovrebbero usare. Danno un punteggio a ogni antivirus da 0 a 6, basandosi su tre fattori: protezione, performance e usabilità. Come si posiziona Windows Defender?

Abbastanza bene, a quanto pare.

Windows DefenderNell’aprile del 2018 Windows Defender ha ottenuto un punteggio di 5.5 su tutte e tre le categorie, ma i test eseguiti a dicembre 2018 hanno addirittura mostrato un miglioramento – ha ottenuto punteggio pieno. Tecnicamente, i punteggi che ha ottenuto per “Protezione” e “Performance” sono gli stessi ottenuti da Avast, Avira e AVG.

In termini reali, in base ad AV Test, Windows Defender offre una protezione del 99.6% contro gli attacchi malware. Su 1.5 milioni di esempi, Defender ha rilevato sette pezzi di software legittimi come fossero dei malware, numero leggermente peggiore della media dell’industria, che è di cinque.

Quindi Windows Defender è di certo in grado di giocarsela alla pari con i più grandi, il che potrebbe sorprendere tutti quelli che fino a qualche anno fa lo conoscevano per essere una soluzione abbastanza rudimentale.

AV Comparatives

Ovviamente consultare un unico sito web non basta: i criteri usati per i test di AV Tests potrebbero essere diversi da quelli usati da un altro sito. Detto ciò, un altro sito web abbastanza popolare per testare gli antivirus è AV Comparatives. Riuscirà Windows Defender a eguagliare quei risultati fenomenali anche su questo sito?

Windows DefenderGuardando i i test condotti nel mondo reale, i risultati, di nuovo, sono abbastanza buoni. AV Comparatives ha effettuato i propri test utilizzando degli URL malevoli, download drive-by e URL che reindirizzavano gli utenti verso dei malware. Windows Defender ha un tasso di errore dello 0%, meglio dello 0.5% di Avast e AVG, e lassù con i punteggi perfetti di Avira, Bitdefender e McAfee.

Rispetto agli altri anni, Windows Defender è drasticamente migliorato nel riuscire a bloccare i malware“user-dependent”– quando Windows vi avverte della presenza di un malware ma concedendovi comunque la possibilità di eseguirlo. Nell’aprile 2018 il tasso di malware user-dependent era di 3.6%. Da luglio a novembre 2018 è sceso fino allo 0.8%

Ma Windows Defender è peggiorato nel rilevamento di falsi positivi, con il tasso maggiore tra tutti gli antivirus più importanti. Ha raggiunto i 106 falsi positive da luglio a novembre 2018 – più del doppio del secondo classificato.

Questi due trends potrebbero essere correlati, con un aumento dei falsi positivi e un miglioramento nel bloccaggio dei malware user-dependent malware che sono il risultato di misure di sicurezza più severe. Certo, altri software hanno dimostrato che si possono ottenere degli ottimi punteggi in entrambe le categorie, quindi è a questo che Microsoft dovrebbe puntare – abbassare drasticamente il numero di falsi positivi pur mantenendo un livello di sicurezza elevato.

Molto meglio rispetto al passato

A parte i piccoli inconvenienti, i dati storici sia sua AV-Test che AV-Comparatives mostrano un netto miglioramento nelle performance di Windows Defender nel corso degli anni.

Windows DefenderNell’ottobre del 2015, Windows Defender ha ricevuto il punteggio più basso per quanto riguarda la Protezione (3.5/6), che equivale al 95% di protezione contro gli attacchi di malware 0-day. (Percentuale che nel settembre 2015 era di un allarmante 80.5%) A quel tempo, la media era di 97.2%, e quindi Windows Defender era senza dubbio in fondo alla fila.

Windows DefenderCon AV Comparatives, però, Windows Defender aveva un tasso di errore del 3% da luglio a novembre 2016. Ciò, nel 2018, è stato direttamente rimpiazzato dalla possibilità di compromissione della sicurezza causati dall’utente, il che non è perfetto ma è un deciso miglioramento.

Il verdetto: una difesa robusta

Qualche anno vi sareste messi a ridere se qualcuno vi avesse suggerito di rilassarvi e di non installare nessun alto antivirus e lasciare che Windows si incaricasse totalmente della protezione del vostro PC. Ora però Windows Defender è un antivirus consolidato e affidabile.

Windows DefenderTuttavia, se volete comunque essere cauti, non farete nessun danno aggiungendo un livello ulteriore di protezione, tanto per eliminare la minuscola possibilità che qualcosa riesca a intrufolarsi.

Ma se avete solo ed esclusivamente Windows Defender, c’è da preoccuparsi? No, non più. Tuttavia, i malware cambiano di continuo, e terremo d’occhio per tutti i possibili sviluppi che dovrebbero contraddire quanto appena detto.

Leggi di più:
Come Disattivare o Attivare Windows Defender
Miglior Antivirus per Windows 10

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *