AntivirusRecensione

Recensione Bitdefender 2020: solida protezione, inclusiva di parental control ad intelligenza artificiale

Bitdefender 2020 propone alcune nuove ed interessanti funzionalità, tra cui un sistema di monitoraggio di cyberbullismo ad intelligenza artificiale

Bitdefender Total Security 2020 è arrivato e promette miglioramenti nell’individuazione dei malware, nel trattamento della privacy e dei dati personali e nel sistema di parental control. Bitdefender è sempre stato ben valutato nell’individuazione dei malware e siamo contenti di vedere dei miglioramenti rispetto alle condizioni di base. Gli upgrade di quest’anno del apportati al parental control sono particolarmente interessanti. Si tratta dell’utilizzo di, sostanzialmente, una babysitter a intelligenza artificiale; il che è sicuramente interessante ma che potrebbe non piacere a tutti – ha inoltre un costo superiore.

La versione app per Windows di Bitdefender è la stessa a cui siamo abituati. Accedendo al menu dalla sezione a sinistra si visualizza la Dashboard principale, che può essere personalizzata con l’aggiunta o la rimozione di diversi moduli chiamati “quick actions”. In cima alla Dashboard troviamo anche alcuni suggerimenti per le azioni consigliate. Si tratta di un notevole upgrade che è stato apportato l’anno scorso alla funzione Autopilot di Bitdefender.

Bitdefender Total Security 2019

Nella nostra recensione di Bitdefender 2019 dello scorso autunno,  abbiamo analizzato la app in dettaglio. Siccome non ci sono grandi differenze, non riproporremo la stessa recensione qui. Nonostante ciò, non possiamo che reiterare il nostro disappunto rispetto all’aggressività che ancora si nota nella funzione Safe Files di Bitdefender 2020. Si tratta di una protezione da ransomware che dovrebbe proteggere i tuoi file dal cadere vittima della più pericolosa e disastrosa forma di malware.

Per proteggere il PC, Safe Files monitora determinate cartelle che hanno un comportamento anomalo. Identificando immediatamente il file criptato o modificato da un’app sconosciuta, può infatti bloccare subito qualsiasi ransomware. Inoltre, Bitdefender limita il numero di programmi che hanno accesso a file selezionati per una protezione aggiuntiva, per proteggerli da eventuali modifiche o programmi pericolosi.

Questo sembra essere esattamente ciò di cui hai bisogno ma, per esperienza, possiamo dirti che questo tipo di protezione ci appare davvero un po’ esagerata. Nel 2018, abbiamo dovuto disattivarlo solo per poter essere in grado di portare a termine il nostro lavoro di tutti i giorni e, con Bitdefender 2020, ci troviamo a vivere un’esperienza simile.

Per farvi un esempio, Bitdefender non ci permetteva di estrarre un file di installazione per PCMark, per cui abbiamo dovuto disattivare la funzione. Su un altro PC, non potevamo usare Git, il popolare sistema di controllo versione, se Safe Files era attiva. Bitdefender comunica che esiste un modo per aggirare il problema, basta aggiungere il file EXE alla lista bianca. Per Git, che è basato su Ubuntu attraverso il subsistema Windows per Linux, il percorso è AppData > Local > Microsoft > WindowsApps > ubuntu.exe. I programmi standard del computer di solito si trovano in una delle due cartelle dei programmi in C.

Novità del 2020: estensione anti-tracker del browser

Se c’è una cosa di cui non abbiamo bisogno è l’ennesima estensione anti-tracker del browser. Esistono numerosissime opzioni offerte dalle compagnie di sicurezza e da altre aziende, come il progetto open source uBlock Origin.

Bitdefender 2020

Estensione anti-tracker di Bitdefender su Firefox.

Comunque, l’aggiunta di estensioni anti-tracker di Bitdefender resta una buona scelta. Bitdefender Total Security aggiunge automaticamente dette estensioni su qualunque dei maggiori browser per Windows installati sul tuo PC. L’unica eccezione è Edge, che al momento non è supportato. Bitdefender conta di supportare Edge dopo che Microsoft avrà rilasciato la versione di Edge basato su Chromium. Firefox, Internet Explorer e Opera sono tutti compatibili.

Gli anti-tracker di Bitdefender lavorano allo stesso modo degli altri. Li installi e l’estensione mostra un conteggio di tutti i tracker che vengono bloccati su ogni pagina web che visiti.

Ciò che davvero ci piace dell’estensione di Bitdefender è come organizzi informazioni relative alla privacy. Quando clicchi sull’estensione mentre visiti un sito, ricevi moltissime informazioni rispetto ai tentativi di tracking. In cima puoi vedere il numero totale dei tracker bloccati, oltre alla velocità di caricamento della pagina senza tracker. In basso puoi vedere i tracker suddivisi per categorie a seconda del loro scopo, come ad esempio pubblicitario, analitico, di interazione con il cliente, social media e altri tracker “essenziali” considerati critici per le operazioni di una pagina web. Puoi anche disattivare l’anti-tracker aggiungendo i siti internet alla lista bianca. Alcuni nuovi siti, infatti, potrebbero bloccare l’accesso a meno che non disattivi i tracker.

L’estensione predefinita di Bitdefender non elimina il tracker speciale dell’azienda, ma questo può essere disattivato nelle impostazioni.

Novità del 2020: Parental Control (Controllo Genitori)

Il parental control di Bitdefender è di gran lunga la parte più interessante di questo nuovo pacchetto di sicurezza. Con Total Security 2020 hai accesso a controlli già noti, come quello di impostare il limite di tempo sulla schermata, che lavorano su tutti i dispositivi su cui è presente Bitdefender; sono inclusi Mac e PC Windows, così come i dispositivi mobili. Il parental control può inoltre bloccare determinati tipi di siti, così come limitare l’accesso a certi programmi, app e giochi.

Oltre ai controlli standard, Bitdefender propone une versione Parental Control Premium per $ 45 all’anno. Questa nuova aggiunta comprende un monitoraggio anti-predatorio; servendosi dell’intelligenza artificiale, Bitdefender scansiona le varie comunicazioni di tuo figlio su IM, i messaggi su app e sui social per segnalarti qualsiasi attività sospetta.

Bitdefender Total Security 2019

Il programma analizza il linguaggio ed il contenuto delle foto per trovare traccia di atti di cyberbullismo, richieste di TMI come numeri di previdenza sociale o indirizzi, richieste di foto inappropriate e richieste di incontri fuori casa. Quando Bitdefender identifica un comportamento sospetto, allerta immediatamente il genitore, che quindi provvederà a parlare con il figlio. Nessun contenuto viene inviato dal dispositivo del figlio al genitore, e Bitdefender non impedisce in alcun modo le azioni dei minori rispetto ai dispositivi. Non può impedire, ad esempio, che una foto venga inviata.

Il nuovo parental control non può monitorare i messaggi su iOS ma può controllare le immagini.

Bitdefender ha affermato che, dal lancio sul mercato della nuova funzionalità nel 2019, è risultato che il 57% dei tentativi di cyberbullismo avevano a che fare con nudismo. Non abbiamo potuto effettuare dei test sulla nuova caratteristica.

Sebbene il contenuto delle comunicazioni non sia condiviso con i genitori, l’azienda riversa i messaggi delle conversazione nel cloud, dove vengono analizzati in cerca di segnali di tentata violenza o abuso. Le foto, tuttavia, rimangono sempre ed esclusivamente nel dispositivo originario e non finiscono nel cloud di Bitdefender o sul cellulare dei genitori.

Il grande dubbio è se i genitori si sentano sicuri ad utilizzare la tecnologia per monitorare i loro figli. Un monitor full time per tutte le comunicazioni dei figli può non essere una buona idea, mentre risulta appropriato per un bambino che rischia di essere altrimenti vittima di bullismo. Alla fin fine, è una domanda a cui spetta ai genitori rispondere.

Oltre alla nuova estensione per la privacy e il parental control, Bitdefender ha aggiunto un sistema di monitoraggio audio che ti informa quando un’app vuole avere accesso al tuo microfono. (Leggi di più: Miglior Software Parental Control)

Prestazioni

Bitdefender Total Security 2019

Abbiamo controllato i risultati sulla solita piattaforma di testing. Nel AV-Test giorno zero, web e minacce email, Bitdefender Internet Security 23 ha ottenuto un punteggio del 100% in maggio e del 98,8% in giugno. Internet Security 23 è la versione budget del pacchetto Total Security e usa lo stesso motore di identificazione. Bitdefender ha lanciato il suo nuovo prodotto in luglio ma ci aspettiamo che le versioni più recenti abbiano diano risultati simili alle precedenti. Nel test di AV-Test per diffusione e prevalenza di malware, con un utilizzo di circa 2500 campioni, Bitdefender ha totalizzato un punteggio del 100% in maggio e in giugno.

AV-Comparatives ha testato Bitdefender da febbraio fino a maggio 2019, con il suo test di protezione real-world. Dei 752 casi messi sotto esame, Bitdefender ha bloccato il 99,9% delle minacce e ha dato due falsi allarmi.

Per il nostro test delle prestazioni fatto in casa, dopo una scansione completa con Bitdefender attivo, il PC ha raggiunto un punteggio di 2459 su test convenzionale di lavoro PCMark 8. Si tratta più o meno dello stesso risultato, 2461, che abbiamo ottenuto senza aver installato Bitdefender.

Per il nostro secondo test, per la codifica da PC di un video file 4GB MKV HD su un predisposto tablet Android, ci è voluta un’ora e 16 minuti. Lo stesso risultato ottenuto senza aver installato Bitdefender.

In sostanza, Bitdefender non ha un grosso impatto sulle prestazioni.

Bitdefender è ancora una volta un ottimo prodotto e, se sei particolarmente interessato al parental control, il nuovo sistema offre una potenziale soluzione al problema di controllo della navigazione.

Il Nostro Verdetto
Bitdefender Total Security 2020 offre lo stesso alto livello di protezione che abbiamo visto in altre versioni di questo pacchetto per la sicurezza. A ciò si aggiungono un’estensione anti-tracking del browser e un servizio premium di parental control. Quest’ultima è una nuova funzionalità oggetto di controversia: include un sistema di monitoraggio ad intelligenza artificiale che controlla le comunicazioni dei bambini, con lo scopo di proteggere i minori dagli atti di cyberbullismo senza svelarne il contenuto ai genitori.
Cosa ci piace:
  • Dashboard personalizzabile
  • Molto ben progettato e con un’effettiva estensione anti-tracking del browser
  • Sistema di monitoraggio di cyberbullismo ad intelligenza artificiale disponibile
Cosa non ci piace :
  • Il sistema di monitoraggio del cyberbullismo richiede un pagamento extra
  • La funzione Safe Files è ancora troppo aggressiva

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *