Notizie

Non usare lo stesso drive esterno per backup e storage.

Dal punto di vista tecnico non ci sono ragioni per non usare lo stesso drive esterno sia per il backup del disco interno che per immagazzinare dati in eccesso che quest’ultimo non è in grado di contenere. All’atto pratico però è davvero una pessima idea.

Tecnicamente parlando, non c’è alcun motivo per cui non è possibile utilizzare lo stesso disco rigido per il backup del disco interno e memorizzare dati di overflow che non rientrano sull’unità interna. Ma così facendo è una pessima idea.

Prima di tutto, se ci sono dei file memorizzati esclusivamente sull’hard disk esterno, questi devono avere delle copie di backup. Ricordiamo le due principali regole per i backup:

1, Non devi mai avere una sola copia di qualcosa.

2, L’originale e la copia non devono essere mai nello stesso drive – e nemmeno nello stesso computer.

Ma c’è un altro problema: un drive di backup dovrebbe essere collegato solo quando si sta facendo il backup dei dati o un ripristino dal backup. Questo perché? Perché lo stesso incendio, inondazione, furto o malware che ha distrutto il tuo disco principale interno potrebbe fare lo stesso con quello di backup.

Idealmente il tuo disco interno dovrebbe essere capiente abbastanza per tutti i tuoi file.

Se così non fosse considera le seguenti soluzioni:

Installa un secondo drive interno: una volta fatto sposta i file in eccesso dal drive esterno al nuovo disco. D’ora in poi usa il drive esterno solo per i backup di entrambi i dischi interni.

Troverai questa soluzione molto più veloce e conveniente dello storage esterno. Tuttavia avrai bisogno di un PC con un alloggio per hard disk extra. Questo è comune nei PC desktop, molto meno nei laptop.

Sostituisci il tuo drive interno con uno più capiente: anche questa è una soluzione veloce e conveniente, e risolve il problema dell’alloggio hard disk, anche se richiede più lavoro per essere attuata.

Usa due drive esterni: usa uno dei drive esterni per i file in eccesso e l’altro per i backup. Questa è la migliore soluzione se non hai confidenza nell’installare drive interni o se il tuo tablet Windows 8 non ti permette di farne l’upgrade.

Per una migliore velocità consiglio fortemente una connessione USB 3.0 per il disco con i dati in eccesso. Inoltre assicurati che il tuo drive per i backup sia abbastanza capiente da contenere i dati di tutti i tuoi drive, sia interni che esterni.

Potete gradire:
8 strumenti per il backup su Windows 7 e 8 spiegati.

0 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.