Sebbene la condivisione di file tramite i torrent sia considerata illegale, i torrent rappresentano tutt’oggi il mezzo più sicuro ed efficiente per trasferire i dati. Inoltre, nonostante sia notoriamente utilizzati per condividere dei file illegali, ogni giorno vengono usati da milioni di persone in tutto il mondo.

Scaricare i torrent non è niente di difficile, ma lo stigma che li circonda può essere soverchiante per i nuovi utenti. Di conseguenza, abbiamo messo insieme una guida dettagliata all’uso dei torrent che si occupa di affrontare tutte le terminologie e le leggi che riguardano il download dei torrent.

Per metterla nel modo più semplice possibile, scaricare i torrent non è illegale, a meno che non stiate condividendo dei materiali coperti da copyright. In molti paesi, usare o distribuire tali contenuti è punibile a norma di legge. Di conseguenza, accertatevi sempre di sapere cosa è illegale e cosa non lo è.

In passato ci sono stati diversi casi in cui il download di torrent illegali ha causato alle persone dei seri problemi: a volte basta scaricare una sola canzone per venire multati di migliaia di dollari. Come il caso di Jammie Thomas-Rasset, che venne multata di 220,000 dollari per aver scaricato dei torrent.

Ora, questo non significa che non potete scaricare niente. al contrario, ci sono alcuni modi che vi permettono di scaricare i torrent in modo sicuro. Utilizzare una VPN per i torrent e Check Torrent IP così da evitare di lasciare una scia di briciole che conduce a voi.

Che cosa sono i torrent?

TorrentUn torrent è un file che si riferisce al file originale condiviso da molti user di torrent. Questo file può contenere delle informazioni Meta del contenuto digitale, spaziando tra film, canzoni, a tutto il resto della roba che cool che potete scaricare attraverso il vostro client.

In termini più tecnici, un torrent è un server senza file creato dal protocollo di condivisione dei file di BitTorrent, che utilizza gli URL di numerosi tracker per recuperare sia la lista dei peer e i pezzi di file torrent per il seeding.

Ora che sapete qualcosa in più sui torrent, cerchiamo di capire cosa vuol dire scaricare i torrent. Per metterla nel modo più semplice possibile, i torrent vengono scaricati usando il protocollo di BitTorrent e un client per i torrent.

I file che scaricate non risiedono in un server centralizzato, ma invece viene scaricato da un mucchio di peer in una coda di torrent. All’inizio potrà sembrare travolgente, ma i client di torrent e il protocollo di BitTorrent facilita tutto il processo e lo rende estremamente veloce.

Cosa sono i Metadata?

TorrentUn file torrent contiene un mucchio di informazioni Meta per il file che desiderate scaricare attraverso il protocollo per la condivisione di file peer-to-peer. Alcune delle informazioni più importanti che si trovano in qualunque file torrent sono:

1. Lista dei tracker e dei loro URL

2. Nome del file del torrent e della directory

3. Lista hash

4. Nomi dei file e della subdirectory

5. Dimensione del file

Quando volete scaricare un torrent, il vostro client si connette ai differenti tracker per andare a prendere la lista dei peer che stanno scaricando il vostro stesso file e poi comincia il download del file.

Come funzionano i torrent?

I torrent sono progettati per non aver bisogno di un server, così che quando li scaricate essi vengono scaricati in un modo decentralizzato, attraverso molteplici peer nella coda del torrent.

I dati per il file torrent completo vengono raccolti da diversi peer, e una volta che il vostro download è stato completato potete scegliere se attivare il seed o cancellare il file dal vostro computer, ma fare da seed è di solito la norma nel mondo dei torrent.

Come scaricare i torrent

Scaricare i torrent non è niente di difficile: vi bastano un paio di cose e sarete pronti a partire. La prima cosa di cui avrete bisogno è di un client BitTorrent per scaricare i file che desiderate.

Ci sono un mucchio di client compatibili con BitTorrent, e quindi trovarne uno non dovrebbe esserne un problema. Se stata riscontrando delle difficoltà, allora dovreste assolutamente controllare il nostro blog sui migliori client di torrent.

Comunque, vale la pena menzionare che scaricare i torrent, nella maggior parte dei casi, è illegale a causa della violazione del copyright. Quindi è caldamente consigliato l’utilizzo di una VPN per i torrent per scaricare i file in modo completamente sicuro e anonimo.

Con funziona BitTorrent

TorrentIl processo di condivisione di BitTorrent è diverso dai normali download che si basano su unico server. L’intero meccanismo dei torrent ruota attorno al tracking e allo swarming. I file torrent vengono divisi in dei piccoli pezzetti che peer differenti scaricano da fonti molteplici. Questo velocizza enormemente il download di file di grandi dimensioni.

Scaricare i torrent attraverso BitTorent è anche abbastanza diverso dal famoso protocollo di condivisione noto come “Kazaa”. A differenza della rete kazaa, dove i file vengono condivisi attraverso i loro server, i torrent vengono invece condivisi dagli utenti individuali, chiamati peer. Ogni file scaricato viene anche volontariamente caricato nello swarm così da facilitare l’intero processo di condivisione e renderlo più efficiente.

Le velocità di download nel mondo del torrent dipendo totalmente da voi. Più contribuite al protocollo di condivisione dei torrent, maggiore sarà la quantità di banda larga che otterrete in cambio. Di conseguenza diventerete un seeder nella community dei torrent.

Comunque, ci sono delle persone che si limitano ai soli download, e vengono chiamati “leeches” (“sanguisughe” in italiano). Siccome i server dei tracker limitano la loro banda larga, questi leeches non ottengono delle velocità di download elevate. Questo è un modo come un altro per scoraggiare questo tipo di comportamento, in quanto tutti devono contribuire alla community dei torrent.

Terminologia da conoscere

TorrentPer spiegare un po’ meglio la terminologia dei torrent, qui di seguito l’abbiamo spezzettata in tanti vari segmenti, e ognuno di questi verrà discusso in modo individuale nel corso della nostra guida.

Peers: In parole pover, i peer sono gli utenti o i client che condividono il file attraverso il protocollo di condivisione peer-to-peer di BitTorrent.

Swarming: Lo spezzettare un file di grandi dimensioni in pezzi di gran lunga più piccoli e di condividere questi pezzetti con molti utenti, in uno swarm (“sciame” in italiano). I membri dello swarm vengono chiamati peer, e questi peer possono scaricare e caricare i file utilizzando un software speciale chiamato “torrent client”.

Tracking: è il processo attraverso il quale i pacchetti di dati vengono instradati, così da trovare i peer parte di uno swarm specifico, al fine di facilitare l’intero processo di condivisione.

Index: Il termine index (“indice” in italiano) si spiega da solo. È un indice consultabile di tutti i torrent disponibili per download su un particolare sito di torrent.

Share ratio (“rapporto di condivisione” in italiano): Indica la quantità di data che un peer ha caricato in rapporto a quelli che ha scaricato. La formula è abbastanza chiara e diretta (UL ÷ DL). Lo share ratio dei peer dovrebbe essere maggiore di uno, e qualsiasi numero inferiore a 1 ha un effetto negativo sulla community dei torrent.

BitTorrent client: Questi sono i programmi che vi aiutano a scaricare e a ricompilare i pezzi di file che avete scaricato da varie fonti, così da renderli funzionali. Il client richiede che il file abbia una speciale estensione, .torrent, che praticamente funge da puntatore per il file che desiderate scaricare.

Aspetti legali dei BitTorrent

La condivisione peer-to-peer è un modo efficiente per condividere i file, e quindi è totalmente legale. A meno che non la usiate per scaricare dei contenuti protetti dal copyright. E la violazione del copyright è illegale.

Comunque, non tutti i paesi etichettano quest’attività come illegale, e potete scaricare i torrent per uso personale. Condividere del materiale protetto da copyright, in ogni modo, è un crimine. Per quest’ovvia ragione, la maggior parte dei siti web che raccolgono i torrent sono stati chiusi dalle autorità competenti.

Voi potete essere indentificati attraverso il vostro indirizzo IP, e se vi beccano a scaricare dei torrent il vostro provider di internet non ci penserà due volte a consegnarlo alle autorità.

Di conseguenza, accertatevi di conoscere le leggi in materia di copyright e rispettatele. In ogni caso, se siete dei ribelli, potete sempre mascherare la vostra identità grazie a una VPN.

Utilizzare una VPN per proteggere la vostra privacy

TorrentUna VPN è una rete virtuale privata, che cripta tutto il traffico da e verso la vostra rete. Vale a dire che nessuno può decifrare i vostri pacchetti di dati. Inoltre, maschera il vostro indirizzo IP. Se non sapete cosa sia un indirizzo IP, beh, è come l’indirizzo della vostra casa sul web. Mascherando l’indirizzo IP impedirà a chiunque di individuare la vostra posizione.

Le VPN vengono largamente utilizzate in quelle regioni dove una notevole quantità di contenuti sono bloccati a causa delle regole governative. Vi basterà camuffare la vostra posizione per accedere facilmente ai siti web e ai contenuti bloccati. Questo vuol dire che potete starvene seduti in Iran ma far figurare che vi trovate in America.

Scaricare i torrent attraverso i client

I file torrent vengono identificati dall’estensione .torrent, e possono essere scaricati solo attraverso un software fatto apposta. Questi programmi speciali richiedono un percorso per il file, così da permettere al cliente di rintracciare tutti i pezzettini del file che volete scaricare.

Quando si tratta di client per i torrent potete scegliere tra due opzioni base. Un software client o un software sul cloud. Un client software è il programma che installe sull’hard drive del vostro computer; mentre un cloud software è un servizio online a cui potete iscrivervi e attraverso il quale potete scaricare il vostro torrent.

Entrambi le opzioni vi permetteranno di fare quello che dovete fare. Le differenze risiedono nell’ammontare di opzioni e funzionalità. Vale la pena di menzionare anche che non tutti i torrent vengono scaricati, a patto che il software client o il cloud software siano affidabili ed efficienti.

Ottimizzare il vostro client

La maggior parte dei client di torrent sono già ottimizzati di loro, cosa che gli utenti medi apprezzeranno enormemente. Comunque, non tutti hanno le stesse velocità o gli stessi provider. E quindi giocherellare con i settaggi del vostro client può migliorare notevolmente le vostre performance.

Per ottimizzare i settaggi potete eseguire una serie di test. Per esempio, potete usare speedtest.net per controllare la vostra velocità di connessione e verificare che il vostro provider rispetti le velocità concordate. È un metodo ampiamente accettato e utilizzato.

Comunque, fin quando continuate ad usare i client più popolari sul mercato, come BitTorrent e uTorrent, allora configurare i settaggi del vostro client è una vera e propria passeggiata. Questi client hanno una guida incorporata che vi permette di eseguire dei test per controllare la banda larga e le impostazioni di rete. Una volta completati questi test, il vostro client modificherà i settaggi in modo automatico e si configurerà per fornirvi la migliore performance possibile.

Sappiamo che non tutti sono degli esperti di informatica e, di conseguenza, per venirvi incontro abbiamo aggiunto tutti gli step necessari per configurare i settaggi del vostro client BitTorrent o uTorrent.

1. La prima cosa da fare è aprire il vostro client

2. Andate su Options e poi su Setup guide, oppure usate (CTRL + G) su BitTorrent.

3. Ora dovreste essere in grado di vedere una schermata di configurazione. Scegliete la posizione più vicina a voi

4. Continuate e mettete la spunta a entrambe le opzioni, Bandwith e Network, dopodiché cliccate su Run tests

TorrentInnanzitutto, il test controlla la vostra banda larga. Questo vuol dire che il vostro client utilizzerà la massima larghezza di banda disponibile per l’upload e determinare una soglia adeguata. Fare ciò dovrebbe permettervi di eseguire gli upload a una velocità ottimale senza per questo disturbare tutta la vostra rete.

La seconda parte del test controlla i settaggi del vostro router. Di default, BitTorrent e uTorrent vi assegnano una porta in automatico. Se non avete familiarità con le porte, pensate a queste come il punto dove il vostro computer riceve i pacchetti di dati dalle altre reti.

Di conseguenza, questo test controlla e determina se la porta assegnata è aperta oppure no. Di solito, un firewall può bloccare alcune delle porte. Alla fine dei test, vi verranno presentati i risultati.

Torrent

Come scaricare il vostro primo torrent

Su internet i torrent hanno una pessima reputazione. I motori di ricerca rendono sempre più difficile trovare i siti di torrent. Dopo tutto questi website ospitano nella maggior parte dei casi dei file illegali. Google e gli altri principali motori di ricerca hanno unito le loro forze per togliere i maggiori siti di torrent dai loro risultati di ricerca.

È importante capire il problema. I torrent in sé non sono il problema; sono i siti che li distribuiscono in modo illegale. Per esempio, il sito di torrent più famoso di tutti, “The Pirate Bay”, è stato bloccato in moltissimi paesi.

L’ironia qui è che questi siti hanno anche dei contenuti legali. Su tali siti si trovano anche i software open source e i film e la musica esenti dal diritto d’autore. Nonostante ciò, quasi tutti i siti di torrent sono stati dichiarati illegali e quindi sono stati bloccati.

Non tutti i siti di torrent hanno una cattiva reputazione, e ci riescono principalmente volando bassi e rimanendo quasi sconosciuti. Comunque, identificarne uno è abbastanza problematico. Abbiamo postato sul nostro blog una lista completa dei migliori siti di torrent, e dovreste veramente darci un’occhiata.

Comunque, anche qui daremo una rapida scorsa a quali sono alcuni dei migliori siti di torrent che pensiamo dovrebbero rappresentare la vostra prima scelta.

Zooqle

Il sito porta il concetto di torrent verificati su un altro livello. Potete scaricare i torrent solo se vi registrate, e di conseguenza è molto più semplice individuare i torrent falsi o pericolosi.

Torlock

La priorità dei siti di torrent come questo è di liberarsi dei torrent fasulli. Torlock fa un ulteriore passo in avanti e, al fine di assicurare che il 100% dei suoi torrent siano verificati, afferma di pagare 1 dollaro agli utenti per ogni torrent fasullo individuato.

RarBG

RarBG ha un enorme database di torrent verificati, ed è famoso proprio per questo. Se avete dei problemi con “The Pirate Bay”, allora questo sito rappresenta senza dubbio un’ottima alternativa.

SeedPeer

Un altro ottimo sito, con milioni di torrent affidabili. Potete star certi di scaricare solo torrent di qualità.

Demonoid

Demonoid è un sito di torrent affidabilissimo, ed è in giro ormai da anni. Si tratta di una comunità di torrent privata, il che vuol dire che non potete condividere i torrent senza prima registrarvi. Purtroppo, le registrazioni sono limitate.

Come cercare i torrent

Cercare un file torrent è tanto facile quanto scaricare qualsiasi altro tipo di file. Potete cercarne uno da voi seguendo questa guida.

Andate sul vostro sito di torrent preferito e, se non sapete quale, scegliete uno dalla lista appena menzionata. Quasi tutti i siti hanno una barra di ricerca da qualche parte in cima alla pagina, e quindi non avrete problemi a trovarla.

Scrivere la parola chiave per il file che desiderate scaricare e i risultati dovrebbero cominciare ad apparire. Quando trovate il file che stava cercando, è importante che ne controlliate lo stato di salute. Questo può essere determinato dal numero di peer e seeder. Alcuni siti web mostrano anche una piccola icona che mostra che la community ha approvato il file.

Ora che avete trovato un torrent verificato, è tempo di scaricarlo. Di solito, i file torrent non occupano molto, dal momento che non sono dei file veri e propri, ma fungono solo da riferimento. Ci sono anche dei magnet link. I magnet link non vengono scaricati da un server, ma da un peer.

Una volta scaricato il torrent, potete aprirlo con qualsiasi client per i torrent. Andate sulla cartella con dentro i download, individuate il file e fate doppio click per aprirlo con il vostro client. I magnet link sono leggermente diversi, in quanto non vengono scaricati sul vostro computer ma vengono aperti direttamente nel vostro client.

Dopo aver ottenuto il file torrent o il magnet link del file, il client comincia a connettersi al tracker dei server. Questo tracker informa il client su tutti i peer che stanno scaricando lo stesso file. Dopo aver ottenuto tutte le informazioni necessarie, il vostro client comincia a scaricare il file. La velocità di download dipende dalla dimensione dello swarm e dalla velocità della vostra connessione a internet.

I torrent per film e musica

Ci sono migliaia di siti di torrent con tutte le ultime uscite. Ovviamente i siti più popolari sono quelli con il maggior numero di seeder e peer.

Come individuare dei torrent fasulli

TorrentI torrent fasulli vengono usati dai truffatori e dagli hacker per perpetrare ogni sorta di azione disonesta. Questi individui possono ingannare le persone e farsi consegnare le informazioni del conto in banca o rovinare i nostri computer iniettando dei malware.

Comunque, identificare dei torrent fasulli o pericolosi non è per niente difficile. Ci sono dei segni rivelatori che dovrebbero allarmare tutti gli utenti di torrent. Però, se non siete sicuri di quali siano questi segni, eccovi alcuni consigli che dovrebbero aiutarvi ad evitare i torrent potenzialmente dannosi.

Uploader dannosi

Alcuni siti di torrent hanno un conto dei download falsificato. Sembrerà che un torrent sia stato scaricato migliaia di volte, così da ingannare tutti e far pensare loro che siano dei file legittimi. Se vi imbattete in questo tipo di torrent, la prima cosa da controllare sono i commenti. Se i commenti sono pochi o nulli, allora è meglio evitare questi torrent.

Certificato di sana e robusta costituzione

I siti di torrent affidabili come quelli di cui abbiamo parlato in questo articolo hanno una community di utenti legittimi. Questi utenti fungono da organo di sorveglianza e approvano i torrent che possono essere scaricati in sicurezza e allo stesso tempo rimuovono quelli fasulli. Questi file verificati sono un numero esiguo: ci sono letteralmente milioni e milioni di torrent sul web.

Data di pubblicazione

Ogni volta che viene annunciato un nuovo film, tutti noi non vediamo l’ora di accaparrarcelo prima di tutti gli altri. Lo facciamo così spesso che ogni tanto ci scordiamo di verificare l’effettiva data di uscita del film. Molti siti di torrent caricano dei file fasulli con il titolo di film in arrivo, spronandoci così a scaricarli.

Comunque, è un problema di facile risoluzione. Prima di scaricare il file, collegatevi a un qualsiasi sito di recensioni di film e verificate la data di uscita nelle sale che volete vedere.

Alcune regole di sicurezza

Il mondo dei torrent è enorme, e può essere travolgente per i nuovi utenti, soprattutto perché la maggior parte dei torrent sono pericolosi. Però, ci sono alcune regole che tutti possono seguire per esplorare il mondo dei torrent in tutta sicurezza.

  1. Controllate sempre i commenti
  2. Scaricate i torrent solamente da fonti fidate e affidabili
  3. Accertatevi di conoscere le regole sul diritto d’autore del sito web prima di usarlo per scaricare
  4. Non scaricate mai da siti pubblici e insicuri

Come aumentare la velocità di download

Non c’è niente di peggio di dover impiegare un’eternità per scaricare i torrent. Per fortuna ci sono alcuni trucchi e consigli per aumentare la velocità di download. Eccone di seguito alcuni.

Verificate la larghezza di banda

Controllare la larghezza di banda a disposizione dovrebbe essere la vostra preoccupazione principale, in quando il vostro provider può strozzare la velocità della vostra connessione in base al numero di download. Di conseguenza, se volete scaricare in modo veloce, dovete accertarvi che il vostro provider vi stia dando tutta la larghezza di banda che vi è stata promessa. Potete eseguire un semplice test usando degli strumenti online come Speedtest.net, così da fare dei controlli incrociati.

Usare dei client legittimi

Non tutti quelli che scaricano i torrent si comportano allo stesso modo. Ognuno di noi ha abitudini differenti. Lo stesso vale per i client: alcuni sono pieni zeppi di funzionalità, mentre altri forniscono un’esperienza più semplicistica. La maggior parte dei client più popolari sono delle piattaforme compatibili su più dispositivi.

Usare dei torrent sani

Dovete sempre scegliere dei torrent con una buona proporzione di seeder. Farlo non solo vi aiuterà a on scaricare dei torrent pieni di malware, ma farà sì che otteniate un file che funziona. Potrebbe essere difficile riuscirci, ma ci sono molti siti web che menzionano i torrent verificati così da facilitare l’intero processo.

Date le giuste priorità ai vostri torrent

Se state scaricando due o più torrent allo stesso tempo, allora dovreste organizzare i vostri download in ordine di importanza. Potete farlo selezionando uno qualunque dei vostri download e poi andare alla scheda per l’allocazione della banda e impostare la priorità scegliendo tra alta, normale o bassa, a seconda di quello che preferite.

Fissate degli orari

Un’ottima funzionalità vi permetterà di strozzare o fermare del tutto il download dei torrent in base all’ora del giorno, così da far sì che la vostra connessione a internet funzioni senza problemi. Per esempio, magari preferite scaricare i torrent durante la notte, mentre dormite, e ottenere così il massimo della banda.

Impedite al vostro provider di strozzare la vostra velocità di download

I provider di internet spesso limitano la banda larga dei loro utenti per compensare gli aumenti di traffico, e di solito avviene nelle ore di punta. Comunque, con un semplice settaggio, chiamato Protocol Encryption, renderete molto più difficile al vostro provider identificare la fonte dei vostri download.

Determinare un buon livello di condivisione

I torrent funzionano grazie agli sforzi congiunti della community che condivide i propri file. L’intera essenza del concetto di condivisione peer-to-peer si basa sul seeding. La regola generale è che dovreste caricare la stessa quantità di file che scaricate. I client possono settare in automatico un buon livello di condivisione, così che non dovete temere di poter nuocere alla community.

Create e condividete il vostro primo torrent

Come abbiamo detto in precedenza, la community dei torrent crede fermamente nel concetto di “passare il favore”. Per diventare parte integrante della community di torrent, dovete condividere i vostri stessi file torrent con gli altri utenti. Per fortuna, la creazione e la condivisione dei torrent è un processo semplicissimo e potete riuscirci seguendo i passi indicati in questa guida.

È importante anche che condividiate solamente i file che vi appartengono. Non condividete mai la proprietà intellettuale di qualcun altro senza previo consenso: potreste finire in guai seri. Detto questo, diamo uno sguardo agli step necessari per creare e condividere il vostro primo file torrent.

  1. Per prima cosa, aprite il vostro client per i torrent. Nel nostro caso, noi usiamo BitTorrent. Cercate l’opzione Create New Torrent sul nastro in cima alla pagina. Potete anche usare l’opzione File.
  2. Ora dovreste vedere una finestra per caricare i torrent. Se è un file singolo, scegliete Add File. Ma se state caricando più file allora potete anche scegliere Add Directory e cercare la posizione dei vostri file.Torrent
  3. Ora che avete selezionato i file che volete condividere, dovete aggiungerli a una lista di tracker, tecnicamente noto come announceurl. Su Google c’è un’infinità di liste di tracker, oppure potete usare Github, dal momento che ha una lista di tracker pubblici che viene regolarmente aggiornata.
  4. Ora che avete copiato e incollato la lista dei tracker, potete mettere la spunta sulla casella Start seeding e cliccare sul pulsante Create in fondo alla pagina.
  5. Salvate il file torrent appena creato con un nome unico e questi dovrebbe venire automaticamente aggiunto alla vostra lista di torrent attivi nel vostro client. Lo stato del file dovrebbe dire o “seeding” o “finished”, a seconda dell’avanzamento.
  6. Ora il vostro file è pronto per essere caricato sul vostro tracker preferito. Di solito i siti di torrent forniscono un pulsante per l’upload che potete usare per caricare i torrent. Però, una cosa da tenere a mente è che la maggior parte dei siti di torrent più famosi vi richiedono di creare un account; e quindi dovete controllare le loro regole sul copyright prima di effettuare l’upload.Torrent
  7. Potete anche condividere il vostro file torrent appena creato con la community condividendo il link del vostro file su qualsiasi piattaforma social di vostra scelta.

Conclusioni

La tecnologia peer-to-peer è in forte espansione. Le nuove tecnologie e i nuovi modelli di business stanno rivoluzionando il modo in cui condividiamo i dati. L’intero concetto di un internet basato su un unico hub centralizzato sta cambiando. Il futuro è un internet decentralizzato.

Di conseguenza, è importante capire i concetti fondamentali della condivisione P2P e come possiamo contribuire alla causa. Senza il contributo di altri peer che credono nella libertà di internet, l’intero sistema cesserebbe di esistere.

Speriamo che questa nostra guida ai torrent vi abbia aiutato a comprendere il concetto dei torrent e abbia cambiato qualsiasi pregiudizio che avevate riguardo la condivisione peer-to-peer.

Leggi di più:
Miglior Antivirus a Pagamento