monitorProbabilmente avete chiesto a qualche vostro collega quale tipo di monitor è il migliore per il gaming. Ora che avete scavato più a fondo nella controversia, siete confusi e non sapete se dovreste tenervi un monitor da 60Hz o effettuare l’upgrade e comprare un monitor da 120Hz o da 144Hz.

Se siete così confusi che avete deciso di cercare rifugio nell’Internet, allora questo articolo è ciò di cui avete bisogno. Di seguito abbiamo incluso una tonnellata di utili informazioni, paragoni, eccetera, il che dovrebbe aiutarvi a restringere le opzioni e a fare la scelta migliore.

Ma prima di entrare nello specifico, diamo un’occhiata alle informazioni base così da avere una solida base di partenza.

Che cosa sono gli Hertz?

Hertz(Hz) è il numero di immagini mostrate al secondo ogni volta che lo schermo viene aggiornato. Ciò significa che un monitor da 60Hz aggiornerà le immagini e riprodurrà 60 immagini al secondo, mentre un monitor da 120Hz riprodurrà 120 immagini al secondo ogni volta che si aggiorna.

Allo stesso modo, un numero più elevato di hertz significa che otterrete più immagini al secondo, ottenendo qui una resa delle immagini più fluida, il che si traduce in un’esperienza di gioco migliore.

Ma un momento… tutti dicono che l’occhio umano può vedere solo un *inserite un numero qui* di Hertz!

Di questo se ne parla da anni, ma, sorprendentemente, non è vero. In passato, tutti dicevano che i nostri occhi possono vedere solo fino a 30Hz. Poi si è detto che se ne potevano vedere fino a 60, e ora i numeri ancora non hanno smesso di salire.

Tale affermazione può facilmente essere comprovata dai monitor a 240Hz che si trovano oggigiorno sul mercato.

Se fosse vero che l’occhio umano può vedere solo fino a 60Hz, i produttori non si sarebbero di certo presi la briga di progettare dei monitor da 240Hz.

In che modo influenzano l’esperienza di gioco?

Una persona comune noterà a malapena la differenza. Ma per i videogiocatori queste piccolo differenze rivestono un ruolo fondamentale per vincere nei giochi competitivi, specie i giochi FPS come CS:GO, Overwatch, Battlefield, Fortnite e PUBG.

La qualità dell’immagine non migliorerà. È la fluidità del movimento che migliora. Un monitor da 60Hz mostrerà 60 immagini diverse al secondo, mentre un monitor da 120Hz ne mostrerà 120. In altre parole, Hz è la frequenza di aggiornamento, e non ha niente a che fare con il miglioramento della grafica.

Allo stesso modo, ciò vuol dire che i monitor da 120Hz e 144Hz danno ai giocatori l’opportunità di reagire più velocemente rispetto ai videogiocatori che utilizzano un monitor da 60Hz.

All’inizio non noterete nessuna differenza di sorta tra le diverse frequenze di aggiornamento, ma se vi immergete in un monitor da 144Hz allora sì che vi accorgerete della differenza, qualora dovreste decidere di tornare a usare un monitor da 120Hz – per non parlare di quelli da 60Hz.

Cosa rende un monitor 60Hz diverso da quelli a 120Hz e a 144Hz?

Monitor 60Hz

Questo tipo di monitor rappresentavano lo standard qualche anno fa. Su carta, mostrano 60 immagini al secondo, rendendoli di gran lunga superiori ai monitor da 30Hz. Ciò significa che viene generata una nuova immagine ogni 16esimo di millisecondo.

È vero che oggigiorno sul mercato ci sono moltissimi gaming monitor in 4K e che non sono mai stati così economici. Quindi, se volete acquistarne uno in futuro, allora al momento la vostra decisione migliore è di tenervi un monitor da 60Hz fino a quando non avrete risparmiato abbastanza da potervene permettere uno.

Di seguito troverete le nostre scelte per le categorie dei monitor da 60Hz, 120Hz e 144Hz. E, se volete, potete dare uno sguardo al nostro sommario omnicomprensivo sui monitor. Abbiamo recensito 20 monitor provenienti da categorie diverte, spiegandoli a fondo e analizzando i pro e i contro di ognuno di loro.

La nostra scelta

monitorHP VH240a

Forse una delle opzioni più economiche, ma con un sacco di assi nella manica – nonostante sia un monitor da 60Hz. Ha una frequenza di aggiornamento di 60Hz, ma, essendo un monitor IPS, la qualità dell’immagine è decisamente elevata. Ha una cornice sottile e vari modi per regolarla.

Monitor 120Hz

Il fatto che questi monitor mostrino 120 immagini al secondo è il motive per cui producono un output di gran lunga superiore, almeno per quanto riguarda la fluidità delle immagini. In modo approssimativo, si può affermare che viene prodotta un’immagine ogni ottavo di millisecondo.

Per la categoria 120Hz, non raccomandiamo i nostri lettori di comprarne uno. La differenza di prezzo per 24 hertz in più è veramente bassa, tanto che vi pentirete di non aver acquistato un monitor da 144Hz. Ecco perché vogliamo mostrarvi la nostra scelta in questa categoria.

La nostra scelta

monitorAcer Predator XB241H

Acer Predator XB241H spicca nella categoria 144Hz. Non solo avrete il vantaggio di un gameplay più fluido, ma avrete anche un monitor da 1080p con uno speaker e una tecnologia G-Sync che ridurrà il tearing e l’input lag.

Monitor 144Hz

Per un monitor 144Hz, una nuova immagine viene prodotta approssimativamente ogni settimo di millisecondo. Questo è il motivo principale per cui potrete vedere immagini più fluide rispetto ai monitor 120Hz, anche se di poco.

Di seguito trovate un video che illustra al rallentatore le differenze tra i monitor da 60Hz, 120 Hz, 144 Hz e 240 Hz.

Nella categoria 144Hz, la nostra scelta personale ricade sul monitor migliore della categoria. È un altro prodotto Acer, l’Acer Predator XB271H.

La nostra scelta

monitorAcer Predator XB271HU

Questo è un gaming monitor che offre di più dei soli 144Hz – letteralmente. A parte la tecnologia G-Sync che potete usare per rimuovere il tearing, questo monitor ha anche una risoluzione a 1440p su uno schermo da 27 pollici. Potete anche eseguire l’overclock e farlo arrivare a 165Hz.

Notate quanto è grande la differenza tra, rispettivamente, i 60Hz, i 120Hz e i 144Hz.

Ora viene la vera domanda:

Quale monitor dovrei scegliere se voglio effettuare l’upgrade?

Se avete un monitor da 60Hz e volete effettuare l’upgrade, dovete ricordarvi che la differenza tra i 120Hz e i 144Hz non è poi molta, e scegliere i 120Hz al posto dei 144Hz non farà nessun male, se non avete abbastanza soldi. Tuttavia, perché impedirvi di ottenere i 24Hz extra se avete il budget necessario a disposizione?

Se avete un monitor da 120Hz e volete effettuare l’upgrade, non avrebbe senso acquistare un monitor da 144Hz. La vera differenza la noterete soprattutto con un monitor da 240Hz.

Di seguito trovate un paragone video tra i 120Hz e i 144Hz.

I 144Hz mostrano comunque la loro superiorità rispetto ai 120Hz, ma perlopiù si tratta di minuzie. Questa è la ragione principale perché sarà meglio scegliere un monitor da 240Hz e non uno da 144Hz se state effettuando l’upgrade partendo a un monitor da 120Hz.

Conclusione

Ho bisogno di più di 60 Hertz?

Risposta diretta: , perché no?

Ai videogiocatori competitivi piacciono le cose veloci e accurate. Un ritardo di pochi millisecondi potrebbe tradursi in un mancato colpo alla testa. I giocatori di CS:GO sanno che quest’affermazione è più che vera.

Vale la pena puntare ai 120Hz o ai 144Hz?

120Hz sono una soglia comune da rispettare quando si scegliere un monitor per il gaming. Senza ombra di dubbio, investire in un monitor da 120Hz è un modo sicuro per avere un’esperienza di gioco ottimale. Qualunque valore inferiore si tradurrà in un’esperienza di gioco profondamente differente e in performance inferiori.

Leggi di più:
DisplayPort vs HDMI vs USB-C vs DVI vs VGA- Il
1080p VS 1440p VS 4K