Come proteggerti da ransomware

L’NHS ha subito un grande attacco cibernetico che ha colpito gli ospedali in tutto il paese, portando i pazienti a essere allontanati dal pronto soccorso e facendo annullare alcune operazioni.

L’attacco ha usato una forma di ransomware e ha colpito migliaia di organizzazioni in 74 paesi diversi.

Ransomware è un tipo di attacco cibernetico in cui gli hacker prendono il controllo di un computer o di un dispositivo mobile e richiedono un pagamento.

Gli attaccanti scaricano un tipo di software dannoso su un dispositivo e lo usano per crittografare le informazioni della vittima. Essi minacciano di bloccare l’accesso ai file finché non viene pagato un riscatto. È comune per questi criminali chiedere una tassa tra 0,3 e 1 Bitcoin (£400-1.375). Tali attacchi sono per lo più condotti contro le imprese, ma possono anche pregiudicare gli individui.

Ecco alcuni modi per proteggersi da ransomware.

Esegui il back up dei tuoi file

Il danno maggiore che subiscono le persone da un attacco di ransomware è la perdita dei file, incluse le foto e i documenti.

La migliore protezione contro il ransomware è fare il back up di tutte le informazioni e file che stanno sul tuo dispositivo in un sistema completamente separato. Un buon posto per farlo è un hard disk esterno che non è connesso a Internet. Ciò implica che se subisci un attacco non perderai alcuna informazione a causa degli hacker.

Le aziende spesso salvano delle copie dei loro dati su server esterni così da non essere colpiti quando viene attaccata la loro rete principale.

Sii cauto con email, siti web e app

Per far funzionare i ransomware gli hacker devono far scaricare un software dannoso sul computer della vittima. Questo è poi usato per lanciare l’attacco e crittografare i file.

Il metodo più comune per far installare un software sul dispositivo della vittima è tramite delle email fasulle, delle pubblicità dannose sui siti web, e con app e programmi di dubbio gusto.

Le persone dovrebbero sempre tenere a mente di essere cauti quando si aprono delle email sconosciute o quando si visitano i siti web che non conoscono. Non bisogna mai scaricare una app che non è stata verificata da uno store ufficiale, ed è buona prassi leggere le recensioni prima di installare un programma.

Usa un programma antivirus

Un consiglio vecchio quanto il computer, i programmi antivirus possono bloccare lo scaricamento dei ransomware sui computer e possono trovare la sua locazione.

La maggior parte dei programmi antivirus possono scannerizzare i file per vedere se contengono un ransomware prima di scaricarlo. Possono bloccare le installazioni segrete dalle pubblicità dannose quando stai navigando su un sito, e ricercare malware che potrebbero già essere presenti sul computer o sul dispositivo.

Fai eseguire sempre gli aggiornamenti

Le compagnie spesso rilasciano gli aggiornamenti dei software per aggiustare le vulnerabilità che potrebbero essere sfruttate per installare i ransomware. Per questo motivo è bene scaricare sempre l’ultima versione di un software non appena questo sia presente.

Non pagare mai al ransom

Le vittime degli attacchi ransomware sono consigliati di non pagare mai il riscatto poiché in tal modo si potrebbero incoraggiare gli attacchi e potrebbe persino non risultare in un recupero di file. Ci sono alcuni programmi che aiutano a de-crittografare i file. Oppure, se sei in possesso di un back up, puoi sempre recuperare i file sul tuo dispositivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *