Se siete passati a Windows 10 direttamente da Windows 7, potreste aver notato che le connessioni Wi-Fi ad-hoc (senza router) non sono più disponibili. L’interfaccia utente relativa all’impostazione delle connessioni di rete ad hoc non è più presente, né nel Centro Connessioni di Rete e Condivisione, né tantomeno nell’app delle Impostazioni. Tuttavia, esiste un modo per far agire il vostro PC Windows come un hotspot/punto di accesso wireless.

Dovrete utilizzare la funzione Rete Wireless Ospitata. Quella della Rete Wireless Ospitata è una funzione WLAN supportata da Windows 10 e che svolge due compiti principali:

  • La virtualizzazione di un adattatore wireless fisico in un adattatore wireless virtuale, a volte chiamato Wi-Fi Virtuale.
  • Un punto d’accesso (AP) wireless a base software, noto anche come SoftAP, che si avvale di un adattatore wireless virtuale per creare un hotspot Wi-Fi.

Come potete vedere, questa funzione può tranquillamente e completamente sostituire quella delle connessioni ad-hoc, su Windows 10!

Come prima cosa, aprite il prompt dei comandi con privilegi da amministratore in Windows 10. Prima di impostare la Rete, dovete accertarvi che la vostra scheda di rete Wi-Fi soddisfi i requisiti necessari a supportarla. Per abilitare questa funzione, è fondamentale che abbiate installato i driver corretti per il suo funzionamento. Scrivete quanto segue nel prompt di comandi con privilegi elevati:

netsh wlan show drivers

Identificate la stringa che riporta “Rete ospitata supportata”. È necessario che vi sia un “Sì” accanto ad essa. In caso contrario, la fortuna non è dalla vostra, e i driver del vostro adattatore wireless non sopportano la funzione della rete ospitata. .

hotspot wireless

Come mostrato nell’immagine in alto, il mio adattatore WLAN supporta la funzione ed ha tutto ciò che serve per far funzionare la Rete Ospitata.

Scrivete il comando seguente per impostare la Rete Ospitata:

netsh wlan set hostednetwork mode=allow ssid="Nome_della_rete_desiderata" key="LA TUA PASSWORD"

Avete appena creato una rete ospitata. È davvero un gioco da ragazzi, no? Ora dovete avviare la rete. Il seguente comando svolgerà il lavoro per voi:

netsh.exe wlan start Nome_della_rete_desiderata

Una volta avviata la rete, quando gli altri dispositivi effettueranno una scansione per trovare le reti Wi-Fi disponibili, apparirà anche quella appena creata, e potrete connettervici.

Quando avrete finito di operare con la rete, potete arrestare la connessione mediante questo comando:

netsh.exe wlan stop Nome_della_rete_desiderata

Badate bene al fatto che la rete non sarà attiva a livello permanente e, invece, scomparirà dopo ogni riavvio del PC, fino al momento in cui non la riavvierete. Ciononostante, la frase/chiave d’accesso archiviata permarrà. Dopo aver creato la rete, insomma, avrete bisogno solamente dei comandi di avvio e di arresto per usarla regolarmente a vostro piacimento.

Per ottenere informazioni dettagliate circa la rete che avete inizializzato, potete utilizzare il seguente comando:

netsh wlan show hostednetworkname

Questo è tutto. Sebbene Microsoft abbia rimosso la funzione dedicata alle reti wireless ad-oc dalle versioni più recenti di Windows, questo trucchetto può ovviare alla mancanza, andando incontro a tutti i coloro che hanno bisogno di connettere due dispositivi wireless rapidamente e facilmente. Anche gli utenti di Windows 7 possono mettere in atto questa tecnica.

Per saperne di più:
Come crear un hotspot wifi con windows 7 e Windows 8
Come velocizzare Windows 10 al Massimo?
Guida per la configurazione dei Servizi di Windows 10