google app localizzazione

Non tutti i telefoni Android vengono configurati con le app di Google attive per essere in grado di accedere ai servizi di localizzazione sul tuo smartphone o tablet, il che significa che le applicazioni come Google Maps sono abbastanza in esubero. Per risolvere questo problema è sufficiente attivare l’”accesso alla localizzazione” delle App di Google nelle impostazioni di Android. Ecco come si fa in Android Jelly Bean (attivando l’accesso alla localizzazione in altre versioni di Android il procedimento sarà simile a questo, ma non esattamente lo stesso).

Come rendere attivo l’accesso alla localizzazione nelle app di Google

Primo passo:

Dalla schermata iniziale sul vostro smartphone o tablet Android, le impostazioni di apertura – saranno un’icona a forma di chiave inglese a croce con un cacciavite tipo lo stemma sovietico.

Passo due:

Adesso che sei nel menu delle impostazioni devi scorrere verso il basso alla voce Account, qui troverai un’opzione per gli account di Google. Aprila.

google app localizzazione

Passo tre:

La nuova schermata ti mostrerà 5 opzioni sotto Privacy. Devi aprire Location settings (impostazioni di localizzazione).

google app localizzazione

Passo quattro:

Ora vedrai una schermata che ti spiega che l’accesso alla localizzazione per il tuo dispositivo è disattivata. Dovrebbe esserci un riquadro che si chiama Location access (accesso alla localizzazione, aprilo.

google app localizzazione

Passo cinque:

Adesso vedrai che lo slider dell’accesso alla mia localizzazione è in posizione off (spento). Semplicemente sposta lo slider nella posizione on (acceso).

google app localizzazione

Passo sei:

Ci sei quasi, tutto quello che devi fare è tornare indietro con le pagine (alla pagina “Impostazioni di localizzazione”) e fare in modo che le app di Google possano accedere alle tue localizzazioni, spostando lo slider su on (acceso).

google app localizzazione

E’ fatta. Le app di Google, compreso Google maps, sono ora in grado di accedere alla tua posizione.