Come crittografare il tuo telefono o tablet Android

Usi il tuo smartphone Android per conservare foto personali, leggere email importanti, acquistare prodotti online con la tua carta di credito o editare e inviare documenti importanti?

Se la risposta è sì allora dovresti prendere in considerazione la crittografia per il tuo dispositivo. A differenza degli iPhone, i dispositivi Android non fanno la crittografia dei dati immagazzinati una volta impostato il codice di blocco; ma se hai Android Gingerbread 2.3.4 o superiore è facile da abilitare.

Criptare il tuo telefono vuol dire che i tuoi file sono crittografati mentre sono “a riposo”, ovvero quando il dispositivo è bloccato. Qualsiasi file invii o ricevi nel tuo telefono non sarà crittografato, a meno di non usare altri metodi specifici.

La sola differenza per l’utente tra un telefono non criptato e uno criptato è che nel secondo caso dovrai usare un codice di sblocco per usare il telefono.

Per semplici ragioni di sicurezza dovresti già avere il tuo telefono impostato perché ti chieda il codice prima di sbloccarsi; se non fosse così ti ci potrebbe volere un po’ di tempo per abituarti a questo nuovo passaggio.

Nei telefoni non criptati il codice di sblocco serve solamente a bloccare lo schermo – non fa nient’altro per mettere al sicuro i file immagazzinati nel dispositivo. Nel caso dei malintenzionati trovassero un modo per aggirare il blocco dello schermo finirebbero con l’avere pieno accesso ai tuoi file.

In un telefono criptato invece il codice di sblocco è la chiave che decodifica i tuoi file crittografati, più o meno allo stesso modo in cui una chiave apre un forziere.

Quando il tuo telefono è bloccato la crittografia è in corso e dunque pure se i malintenzionati riuscissero ad aggirare il blocco schermo tutto quello che si ritroverebbero per le mani sono i dati crittografati, indecifrabili.

1. Apri il tuo menu Impostazioni. Puoi farlo selezionando il pulsante Menu nell’angolo in basso a sinistra dello schermo. Poi seleziona impostazioni.

2. In Impostazioni, vai su Sicurezza. Troverai l’opzione sotto la tab Altro su Android Jelly Bean 4.2.2 e altre versioni più recenti.

3. Sotto Sicurezza, seleziona Crittografia Dispositivo. A questo punto ti verrà richiesto di immettere una parola d’ordine di almeno sei caratteri, di cui almeno uno deve essere un numero.

Una volta deciso il tuo codice di accesso, il telefono inizierà a criptare i tuoi file. Il processo può richiedere anche più di un’ora, quindi accertati che il telefono sia collegato al caricabatterie prima di iniziare.

Una volta che il processo è ultimato è fatta! Accertati di conservare il tuo codice di accesso in un luogo sicuro, visto che ti servirà per accedere al tuo telefono e non c’è modo di recuperare le password perdute.

Potete gradire:
MIGLIOR ANTIVIRUS PER ANDROID

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *